Woody Allen, Soon-Yi Previn (Foto: Rolling Stone)

Woody Allen e Soon-Yi Previn condannano il nuovo documentario di HBO: “Non c’è niente di vero”

Come è noto da decenni, queste accuse sono categoricamente false.

Il famigerato documentario Allen V. Farrow era sicuramente un progetto che avrebbe fatto discutere a prescindere dalla sua qualità, che a quanto pare sembra essere molto scarsa e totalmente spostata a favore dell’attrice che anni fa accusò l’allora compagno di molestie contro la figlia di soli sette anni (venendo poi smentita da ben due commissioni d’inchiesta volute dal giudice che aveva preso in carico il caso).

Attraverso le pagine di Hollywood Reporter, Woody Allen e Soon-Yi Previn hanno diffuso un comunicato nel quale esprimono tutto il loro sdegno per il documentario della HBO:

Questi documentaristi non hanno alcun interesse nel ricercare la verità. Invece, hanno passato anni a collaborare surrettiziamente con i Farrow e con le loro capacità di mettere insieme un lavoro pieno di falsità. Woody e Soon-Yi sono stati contattati meno di due mesi fa e gli sono stati dati solo pochi giorni per poter ‘rispondere’. Ovviamente hanno deciso di declinare l’offerta. Come è noto da decenni, queste accuse sono categoricamente false. Diverse agenzie hanno investigato sul caso all’epoca e concluso che, a dispetto di quello che potrebbe credere Dylan Farrow, non è mai avvenuto nessun tipo di abuso. Tristemente non sorprende che il network che ha deciso di mandarlo in onda sia HBO – che ha un rapporto di collaborazione stabile con Ronan Farrow. Anche se il suo successo scadente può attirare l’attenzione, non cambierà i fatti.

Il documentario Allen V. Farrow ha debuttato ieri sera su HBO.

Nella sua autobiografia – A proposito di niente – Allen riporta la sua versione dei fatti e i vari avvenimenti che si susseguirono – non solo le sue testimonianze ma anche quelle di chi lavorava per la signora Farrow, non pretendendo mai di aver ragione ma semplicemente di ascoltare come sono andate le cose. Alla fine dell’indagine svoltasi negli anni ’90 contro Woody Allen, il processo non avvenne mai poiché non vi erano prove che il fatto fosse mai stato compiuto.

Furbescamente, le accuse contro il regista sono tornate in auge con l’esplosione del movimento #MeToo.

Tracklist