• Ott
    01
    2012

Album

Play It Again Sam

Add to Flipboard Magazine.

Andy Burrows, classe 1979 e sangue british. Figura inevitabilmente legata all'indie anni zero, Andy è stato il batterista storico dei Razorlight prima di raggiungere gli azzoppati We Are Scientists tre anni fa. Da una parte la batteria e dall'altra parte il microfono: Andy Burrows è infatti anche il cantante degli I Am Arrows – di supporto ai Muse al Wembley stadium – e seconda metà del progetto Smith & Burrows con Tom Smith degli Editors.

La carriera solista è iniziata ancora ai tempi dei Razorlight con l'album The Colour of My Dreams, realizzato per aiutare l'ospedale della sua città natale. L'animo buono e la vena introspettivo-romantica delineano anche il nuovo album Company pubblicato via Play It Again Sam.

Con il supporto di Mark Ronson (presente tra i credits) e Andrew Wyatt, Company si presenta con le percussioni che introducono la title track, poi arricchita strato dopo strato e sempre più orechstrale lungo la sua durata. Pop '70s a tonalità vagamente funky in Because I Know That I Can, passaggi USA-Fm (Keep On Moving On) e la perenne ricerca di hugs-songs (Hometown) da spiaggia Lennoniana (Somebody Calls Your Name). Una proposta funzionale e leggera, ma difficilmente inquadrabile a livello di target di riferimento.

Cantautorato pop-folk che scivola via lasciando poco, se non qualche isolato sbadiglio (Maybe You). In più Andy Burrows a livello vocale ed interpretativo non possiede di certo una personalità in grado di rendere l'intero contesto meno anonimo: Company risente di un eccessivo e tiepido classicismo che mostra tutti i limiti di una scrittura intelligente quanto priva di fantasia.

18 Ottobre 2012
Leggi tutto
Precedente
Mac DeMarco – 2 Mac DeMarco – 2
Successivo
Schoolboy Q – Habits & Contradictions Schoolboy Q – Habits & Contradictions

album

artista

Altre notizie suggerite