• Mar
    01
    2003

Album

Catsup Plate

Add to Flipboard Magazine.

Negli Usa, e non solo, le “campfire songs” sono un vero e proprio genere. Basta una ricerca con Google per non sapere più da che parte girarsi: in un’orgia di fuochi, camicie a quadri e carne arrostita le canta il gioviale Freddie Fuller The Singing Cowboy, le sparano quei punkettoni degli Happy Campers, ci prova Michelle Breslin insieme a Steve P. Keeping nei Moe Kellog (le loro, veramente, sarebbero per giovani innamorati, “For Young Lovers”), e mettiamoci pure quelle dei 10.000 Maniacs. Ma anche se il loro intento era registrare “un album caldo e cordiale, che fosse una fiamma brillante e in movimento come quella di un falò”, come ha dichiarato David Portner-Avey Tare in un’intervista, Campfire Songs dei Campfire Songs (che vede all’opera tre Animal Collective su quattro) non poteva essere, non è soltanto una raccolta di “campfire songs”. Inciso dal vivo grazie a tre mini cd recorder strategicamente disposti in una veranda nelle campagne del Maryland (prima di lasciarla per Brooklyn, Tare, Panda Bear, Deaken e Geologist vivevano tutti lì, a Baltimore County), il disco contiene di fatto un’interminabile, stordente e lisergica ballata.

Una “canzone stonata” in cinque movimenti, nella quale voci impastate di salvia e chitarre dolcemente scordate si dividono la scena con il soffio del vento, il canto degli uccelli, versi e rumori di animali (folkabbestia?), il ticchettio della pioggia (Moo Rah Rah Rain) e il passaggio di un aeroplano. Se questo è il campeggio estivo, nessun sedicenne introverso e pedicelloso potrà più permettersi di sbuffare.

2 Giugno 2003
Leggi tutto
Precedente
Black Eyes – Black Eyes Black Eyes – Black Eyes
Successivo
Sonic Youth – Sister Sonic Youth – Sister

album

artista

Altre notizie suggerite