• Ago
    19
    2016

Album

Stop Start, Inertia

Add to Flipboard Magazine.

Gli australiani Ball Park Music tornano con Every Night The Same Dream, un disco che cattura l’attenzione sin dalle prime note. Una chitarra indefinita esplode nel ritmo funk di Feelings, che rappresenta molto bene l’eclettismo che caratterizza l’intero album. La voce di Sam Cromack ben si destreggia tra momenti melodici e altri più ritmici quasi rap, piegandosi ai toni più psichedelici tra effetti alla Tame ImpalaOasis di Dig Out Your Soul e parti più indie.

Se in Every Since I Turned The Lights On fanno capolino i Beatles di Paperback Writer inaciditi da un flusso psichedelico fatto di accelerazioni, saturazioni e cambi tempo, in Whipping Boy sono i 90’s a farla da padrone, con strutture più pop vicine ai WeezerPariah riporta l’ascoltatore in pieno mood psichedelico, una botta vintage per lo più strumentale che ricorda ancora da vicino i trick dei conterranei Tame Impala, anche se la differenza principale sta nel fatto che qui c’è più rock e meno atmosfera: arriva sempre il momento in cui il climax di synth e chitarre raggiunge la sua esplosione. Se poi questa dinamica viene accompagnata da ottime linee vocali come in Nihilist Party Anthem Peppy, il risultato è certamente godibile.

Ball Park Music fanno quadrare il cerchio tra power pop anni Novanta (Don’t Look At Me Like That) e folate rétro di gusto (Suit Yourself) che oscillano tra psichedelia e momenti pop di qualità.

24 Agosto 2016
Leggi tutto
Precedente
Crystal Castles – Amnesty (I) Crystal Castles – Amnesty (I)
Successivo
Bebawinigi – Bebawinigi Bebawinigi – Bebawinigi

album

artista

Altre notizie suggerite