Recensioni

6.7

Un po’ di jazz, un tocco di classic pop, un pizzico di elettronica, una spruzzata di dancefloor, il tutto condito da un’estetica volutamente catchy, vintage e Sessanta. La ricetta di Inara George e Greg Kurstin, in arte The Bird And The Bee, è tutta qui, nella ricerca di un soft pop zuccheroso e sofisticato quanto basta, che vada bene tanto per l’ora dell’aperitivo quanto per la serata al club. Considerando l’accoglienza riservata a questo debut album negli States, con un brano – Fucking Boyfriend – che ha addirittura scavalcato Madonna nella chart di Billboard, pare che i due abbiano centrato il loro obiettivo.

Se mestiere e consapevolezza hanno sicuramente un peso (lei è la figlia di Lowell George dei Little Feat, svezzata da gente come Jackson Browne e Van Dyke Parks; lui, da tastierista e produttore, vanta un carnet di collaborazioni che vanno da Beck ai Flaming Lips, da Peaches a Lily Allen), il lavoro di cesello a volte è talmente fino da rivestire il tutto di una patina plastificata, non sempre gradevole. In fin dei conti niente di irreparabile, se spuntano fuori gustose cherry songs – una tira l’altra, come le ciliegie – come Again & Again, o soffuse nebbioline electro come Preparedness, o bollicine frizzanti simil-Stereolab come La La La e My Fair Lady.

Voti
Amazon

Ti potrebbe interessare

Le più lette