• apr
    01
    2007

Album
23

4AD

Add to Flipboard Magazine.

A forza di respirare aria british in casa di Ivo Watts-Russell, i Blonde Redhead suonano oggi più inglesi degli inglesi stessi. Un inglese deliziosamente d’antan però. Con quel tocco di classe che solo Alan Moulder riesce a dare ai suoni. Il “suo” tocco di classe. Quello che ha già dato a gente come Depeche Mode, Smashing Pumpkins, Nine Inch Nails, My Bloody Valentine e che ora regala proprio al trio più retro-futurista di indielandia. Tolta di mezzo la rivoluzione pienamente riuscita a metà di Misery Is A Butterfly, Kazu e i gemelli Pace non potevano che lasciarsi trasportare dall’accogliente risacca del dream pop iper-prodotto. Zuccherosissimi e laccatissimi. Molto più teenage doll che teenage riot, con Kazu lolita come non mai a intonare maliziosa e melanconica i “la-la-la” di 23 e le pantomime kubrickiane di Dr. Strangeluv. A far così, i tre suonano paurosamente Lush e chiamano a citazione decine di gruppettini di epoca C86, Sarah, Creation… dream-shoegaze insomma, ma scevri da tutta quella ruvidezza chitarristica. Difatti quando Moulder ci si mette, il peso dello studio li traveste quasi da novelle sirene synth. Le irresistibili The Dress e Publisher sfoggiano ritmi di modernariato elettro-pop e il giochino sembra assai simile a quello dei francesi OMR. Tutto molto molto chic ma leggermente gelido, considerando anche che se i due transalpini sotto il vestito non hanno niente, lo stesso non può certo dirsi per i Nostri. Il pericolo vero semmai è che tanto lifting sonoro trasformi in oro la plastica e che tutto sia quindi biodegradabile con il passare del tempo. Enjoy The Silence avrà pure le rughe sul volto, ma continuiamo ad ascoltarla. Un tempo molto più lungo di quello che si concede a questo pur piacevole lavoro dei Blonde Redhead, che si attaccherà alle nostre orecchie per tutta la stagione primavera/estate 2007.  

13 Aprile 2007
Leggi tutto
Precedente
Brazilian Guitars Fuzz Bananas Brazilian Guitars Fuzz Bananas
Successivo
Throbbing Gristle – Part Two – The Endless Not Throbbing Gristle – Part Two – The Endless Not

Altre notizie suggerite