• Mar
    24
    2014

Album

RareNoise

Add to Flipboard Magazine.

Lavoro denso e dalle venature oscure, Elec3cities segna il ritorno degli italiani Chat Noir dopo quattro anni di assenza dalla scena discografica. Attivi da dodici anni e con alle spalle tre lavori in studio di buona fattura, il trio formato da Michele Cavallari, Luca Fogagnolo e Giuliano Ferrari si muove con passo spedito nei territori electro-jazz attraversati in precedenza dai Jaga Jazzist e Supersilent, con cui condivide uno spirito pioneristico sensibile alla sperimentazione e alla ricerca interiore.

Formazione jazz ma solo di estrazione e in apparenza, i Chat Noir prediligono non la volatilità – per commutare un termine economico – dell’improvvisazione, bensì uno schema compositivo di estrazione non proprio jazzistica, più legato agli stilemi del rock progressivo di matrice inglese. Numerosi gli spunti interessanti del disco: si va dalla sorniona ed elegante Chelsea High Line in cui sono presenti fortissimi echi degli Heliocentrics di Malcolm Catto, alla più ritmica e incalzante Radio Show, passando da una Our Hearts Have Been Bombed che con il suo dilatato climax percussivo finale rappresenta uno dei momenti più alti dell’intero album. 

Egregiamente suonato e prodotto con buon gusto e mestiere, Elec3cities risulta forse troppo prolisso e in alcuni momenti eccessivamente lento; la sfoltitura delle tracce avrebbe giovato sicuramente al prodotto finale. Un buon album, con ottimi spunti ma qualche perdita della bussola, che non intacca, comunque, il lavoro fatto dai Chat Noir

 

 

 

22 Marzo 2014
Leggi tutto
Precedente
Tensnake – Glow Tensnake – Glow
Successivo
Tying Tiffany – Drop Tying Tiffany – Drop

album

artista

artista

artista

artista

artista

Altre notizie suggerite