• Giu
    01
    2009

Album

Under The Spire

Add to Flipboard Magazine.

Qualcosa a suo tempo lo aveva già scritto Chihei Hatakeyama e qualcosa di buono. Tornano i drones, le sfumature sospese e i flussi di coscenza di Minima Moralia (Kranky, 2006). Rituali ambient a oggi più consapevoli nei dettagli d’elettroacustica di Saunter (Room40, 2009) e meno per quelli di August (Under The Spire, 2009).

Più ispirato il Hatakeyama in uscita Room40, qui a farsi spazio è l’ambient music più quieta e meditativa, quella dai lunghi ascolti, per circolarità e dileguate fonti più vicina alla recente prova del collega Koji Saito.

Restano comunque e per entrambi le questioni più alte, estetica del silenzio, approcci all’ascolto ed i microtoni e le tessiture infinitesimali dall’eredità concreta. Da segnalare tra i più interessanti giovani drone-master dell’ultimo anno.

2 Settembre 2009
Leggi tutto
Precedente
Robyn Hitchcock at Strade Blu, 14 agosto 2009 Robyn Hitchcock at Strade Blu, 14 agosto 2009
Successivo
Yves de Mey – Lichtung Yves de Mey – Lichtung

Altre notizie suggerite