• Gen
    27
    2014

Album

Tough Love Records

Add to Flipboard Magazine.

Quando suonarono come spalla dei Violens in quel di Londra nell’agosto del 2012, i Cymbals avevano già pubblicato un album di debutto – Unlearn, passato, in realtà, piuttosto inosservato – impostato su coordinate di revivalismo funk-punk (in un paio di brani sembrava fosse ospite Andy Gill alla chitarra) e addizionato con un elevato contenuto ritmico che tributava la dinamicità dei primi Foals e la corrente indie-tropical d’oltreoceano.

Anticipato lo scorso anno dall’EP Sideways, Sometimes, l’intero secondo capitolo The Age Of Fracture (artwork neo-astratto nuovamente in mano all’amico Robin Hulme) è stato ispirato – titolo compreso – dall’omonimo e recente libro dell’americano Daniel T. Rodgers, un testo che tratta aspetti economico-sociali dell’America post eighties. Dagli eighties sembrano provenire anche le coordinate musicali più evidenti della proposta dei Cymbals, focalizzate sull’operato dei Talking Heads ma anche su alcune idee brevettate dai New Order trent’anni fa.

Cultura applicata al ballo (la disco-track Like an Animal è stata influenzata dal romanzo The Magic Mountain di Thomas Mann) che trova nelle tracce The Age Of Fracture un intelligente – anche se poi non così necessario – revivalismo. Il brano The 5% è 100% David Byrne, così come anche Empty Space (tra le più appiccicose del lotto, con un ottimo gioco di synth), mentre in un mare di groove angolari spiccano pop tunes quali The Natural World, You Are, con il suo chorus quasi Coldplayano, e la più melodica Erosion, dove i Nostri hanno la buona idea – visti i risultati – di fare propria la lezione dei Cure. A definire meglio il contesto di riferimento pensa il reparto francese (Jack Cleverly è cresciuto nei club di Parigi a cavallo del millennio) formato da Winter 98 – tastierone Portishead in apertura, ritmi dancey e synth ’80s vicini all’italo-disco – e dai ritmi french-house di The End.

Come altri colleghi albionici degli anni Dieci, anche i Cymbals di The Age Of Fracture sottolineano un approccio alla scrittura decisamente intellettuale (in questo caso, analisi scaturite da letture socio-filosofiche), ma lo fanno con l’evidente intento di divertire, riuscendoci in più di un’occasione.

12 Gennaio 2014
Leggi tutto
Precedente
Plastic Made Sofa – Whining Drums Plastic Made Sofa – Whining Drums
Successivo
Bruce Springsteen – High Hopes Bruce Springsteen – High Hopes

album

artista

Altre notizie suggerite