• mag
    05
    2017

Album

DFA

Add to Flipboard Magazine.

Lontana oramai dai fasti mediatici dei primi anni zero, l’etichetta newyorchese di James Murphy ha comunque continuato a produrre musica con passione e curiosità in egual misura: negli ultimi anni infatti la DFA ci ha conquistato coi dischi di Nils Bech, Slim Twig, ovviamente Larry Gus e molti altri tra cui proprio Delia Gonzalez, la producer e compositrice americana che torna proprio in questi giorni con le cinque tracce del sophomore-album solista Horse Follows Darkness.

Un disco che segue In Remembrance del 2015 e cambia drasticamente, come annunciato anche dall’austera copertina in bianco e nero, l’oggetto delle attenzioni musicali di Delia: abbandonate le velleità classiche dell’esordio in solitaria, Delia torna a concentrarsi tra kraut ed elettronica (passioni già ampiamente sperimentate in passato con il sodale Gavin Russom), confezionando cinque brani di media lunghezza che muovono dall’electro cosmica dell’iniziale In Through the Light per giungere alla conclusiva Vesuvius, a metà tra i Kraftwerk più motorik e le cavalcate proto-industrial di Craig Leon. Nel mezzo è tutto un tripudio di synth carpenteriani e scansioni ritmiche di chiara estrazione wave con risultati simili alle più recenti produzioni soliste di Andrew Weatherall: alla stessa maniera di quei lavori, Horse Follows Darkness è un disco che non aggiunge e non cambia alcunché nella storia della musica, ma approfondisce e sviscera con passione e capacità un suono ormai proverbiale.

11 maggio 2017
Leggi tutto
Precedente
Casa – Variazioni Gracchus Casa – Variazioni Gracchus
Successivo
Ellen Allien – Nost Ellen Allien – Nost

album

artista

Altre notizie suggerite