Recensioni

7.3

Avevamo detto che sarebbe uscito l'album di Digi G'Alessio su LuckyBeard e che avrebbe potuto fare sfracelli visto il target della label. Il disco esce adesso, ma è più correttamente – vista anche l'attention span – un EP, veloce, denso e senza fronzoli, Digi col suo solito umorismo, nei titoli e nella musica, come sempre plastico e camaleontico.

Sotto vesti opportunamente "crookie", Cristiano stavolta declina i suoni UK bass con grande craftmanship, tra trucchi filth e fidget terzomondisti applicati al dub (Mike Tyson, notare le sirene mantronixiane/dilliane), ragga strumentali e cantati (Fi Pi Li Official, No Questions) e travolgenti grappoli ritmici breakbeat/footwork (Juke the Ripper, Juke Casella, in salsa tribafricana, Juke Skywalker, con inciso un unto tortiglione skweee da ovazione). Crossover electronico allo stato dell'arte.

Digi adesso prosegue il suo percorso lontano dalla tana natale degli OverKnights, contrappasso questo, come spesso accade, forse inevitabile per una personalità e una produttività tanto debordanti. Noi lo seguiamo per vedere che combina.

Voti
Amazon

Ti potrebbe interessare

Le più lette