• Nov
    01
    2010

Compilation

Mute

Add to Flipboard Magazine.

Coraggiosi quanto avanguardistici nel tagliare i ponti con l’industria discografia classicamente intesa, gli Einstürzende Neubauten stanno via via pagando lo scotto di questa loro fiera e incompromissoria scelta. Nessun ostracismo, sia chiaro. La libertà d’azione è totale da quando, non rinnovato il contratto che li legava alla Mute dopo Silence Is Sexy, i berlinesi decisero di proseguire con le proprie forze, supportati soltanto dai fan con una sorta di autofinanziamento. Totale e senza filtri è anche la produzione discografica (via label di casa Potomak) che ne è seguita: spesso dispersa in edizioni limited, semi-carbonare, web- e fan-only o su supporti “altri” quali dvd-r e pennette usb, manca di quella caratteristica creatività irruenta e genialoide attestandosi mediamente su un livello qualitativo purtroppo scarso.

Sfugge alla regola questo quarto volume della serie Strategies Against Architecture, che dal 1984 si fa carico di mettere un po’ d’ordine nella frammentata discografia della band berlinese. In primis questo doppio è ancora targato Mute, quasi fosse un rimasuglio di obblighi contrattuali, mentre la sua natura compilatoria lo rende frammentato e non messo completamente a fuoco. I difetti di cui sopra sono dunque in questo caso sono i benvenuti. Oscillazioni umorali e cambi repentini di orizzonti musicali sono il pane di questo volume, incentrato sugli anni post-Silence Is Sexy, dal 2002 al 2010. Una didascalica Perpetuum Mobile in versione singolo, una Ein Leichtes Leises Säuseln tra vuoti pneumatici e romanticismo mitteleuropeo, una Waiting For The Call “concreta” e rumorista catturata live tra Reggio Emilia e Salonicco, una Tagelang Weiss, puro distillato di poesia loopata e minimale, non sono che esempi dell’andamento ondivago del disco. E che ci fanno apprezzare il laboratorio einstürzendiano. Ora speriamo soltanto che ci consegnino un disco di studio all’altezza del loro nome.

4 Dicembre 2010
Leggi tutto
Precedente
Fabrizio Tavernelli – Oggetti del desiderio Fabrizio Tavernelli – Oggetti del desiderio
Successivo
Sintomi di Gioia – L’animale EP Sintomi di Gioia – L’animale EP

album

Strategies Against Architecture IV

artista

Altre notizie suggerite