• Apr
    01
    2012

Album
Epo

Polosud Records

Add to Flipboard Magazine.

Una storia discografica ormai lunga più di dieci anni, quella degli Epo di Ciro Tuzzi, Michele De Finis e Jonathan Maurano, maturata attraverso tre dischi, qualche cambio di formazione, passaggi sui principali network musicali e un terzo posto al premio Fuori dal mucchio del 2003. Esperienze che in Ogni cosa è al suo posto convergono verso un cantautorato pop evocativo, equilibrato, in bilico tra singhiozzi post-rock e melodie di scuola romana.

Il terzo episodio della formazione colleziona atmosfere rarefatte ed eleganti, tra crescendo elettrici à la Paolo Benvegnù (Nastro isolante) e malinconie soffuse in stile Perturbazione (Venere), lentezze evocative al pianoforte (Animali Fragili, uno dei brani migliori del disco) e leggere accelerazioni (Un fuoco). In sede di analisi, tutto si potrebbe riassumere in un alternarsi di pregi (molti) e difetti (qualcuno): tra i primi l'estrema cura negli arrangiamenti e una misura nella scrittura che non lascia davvero nulla al caso; tra i secondi l'assenza, in un disco comunque godibile, di un vero e proprio scatto in termini di personalità che caratterizzi in maniera netta il lavoro della band partenopea.

3 Giugno 2012
Leggi tutto
Precedente
Edward Sharpe & The Magnetic Zeros – Here Edward Sharpe & The Magnetic Zeros – Here
Successivo
Moonface – Heartbreaking Bravery Moonface – Heartbreaking Bravery

album

Epo

Ogni cosa è al suo posto

artista

Altre notizie suggerite