• Ago
    01
    2003

Album

Santeria

Add to Flipboard Magazine.

Fabio Viscogliosi, dal nome,
tradisce sì evidenti radici italiane (i genitori erano del bel paese), ma è
cresciuto e vive praticamente da sempre in Francia, dove ha potuto sviluppare
tutta la sua verve artistica: scrittore di libri illustrati (l’ultimo, il decimo,
si chiama Dans L’Espace), disegnatore (ogni settimana potete trovare le sue
opere sul quotidiano francese Le Monde), e, non per ultimo, musicista (vanta
una collaborazione con Yann Tiersen nel disco Tout Est Calme ed ha fatto parte
dei Married Monk, autori dell’unico disco Rocky).

Spazio è quindi il suo
assoluto debutto da solista, e  se mai vi
fosse chiesti come possa suonare un disco che unisce la tradizione francese con
quella italiana, eccovi la risposta: pop leggiadro, elegante e dalle
melodie malinconiche, come una passeggiata autunnale sulle rive della Senna o
magari nei dintorni di qualche piazza italiana nelle ore notturne; quasi tutto
cantato in un italiano (in lingua inglese, stranamente, l’unica eccezione) che
sembra farina di un qualche dimenticato beat singer (il modo in cui trascina la
voce), ed inserito in un contesto vintage  (diciamo via Air) e avant pop (tra le sue
influenze dichiarate ci sono Brian Eno e Robert Wyatt). Quattordici episodi ben
distribuiti tra strumentali e cantati, dove è lecito segnalare almeno Apache,Quantique e Cari Angeli per i pezzi solo musicali, e Sogno Di Fesso e Ancoraper quelli con accompagnamento vocale.

Spazio è un saggio in musica dal vecchio
Continente …toccherà, di sicuro, molti cuori.

10 Agosto 2003
Leggi tutto
Precedente
Takagi Masakatsu – Eating 2 Takagi Masakatsu – Eating 2
Successivo
The Decemberists – Her Majesty The Decemberists – Her Majesty

Altre notizie suggerite