• Dic
    01
    2009

Album

Self Released

Add to Flipboard Magazine.

Per festeggiare i dieci di attività (e noi, da bravi italiani, lo consideriamo ancora un "giovane produttore"), Steven Ellison aka Flying Lotus ha deciso di fare un bel regalo di natale a tutti i suoi fan: quaranta minuti di inediti, materiali vecchi e cose più nuove, che altrimenti non avrebbero mai visto la luce. Abbozzi, appunti, spunti e schizzi accanto a momenti invece perfettamente compiuti, il tutto mixato ad arte dall’amico Gaslamp Killer (del giro lotusiano Brainfeeder).

E’ uno zibaldone di ambient polverosa, funk, soul, hip-hop (di marca Madlib ma soprattutto Dilla), perfino latin, techno desiccata – che è praticamente dubstep-grime – e ovviamente wonky, con quei tronicismi ectoplasmici che spiegano alla perfezione da dove è venuto fuori Nosaj Thing: uno bravo, ma il cui esordio non è certo il capolavoro descritto da Pitchfork. Il tutto è incrostato da quella patina bluesy, notturna e (tattilmente) tra la concrezione e l’amniotico che è il marchio di fabbrica del nostro dopo il capolavoro Los Angeles.

Un golosissimo antipasto di quello che è uno dei dischi più attesi – almeno da queste parti – del 2010, in arrivo sulla solita Warp ad aprile, titolo che è tutto un programma: Cosmogramma.

31 Gennaio 2010
Leggi tutto
Precedente
Jack Rose – Luck in the Valley Jack Rose – Luck in the Valley
Successivo
Album Leaf  (The) – A Chorus of Storytellers Album Leaf (The) – A Chorus of Storytellers

album

artista

Altre notizie suggerite