• Ott
    01
    2012

Album

Warner Music Group

Add to Flipboard Magazine.

Etichettato dai soliti noti come "il nuovo Hendrix" o "il salvatore del blues", il ventottenne texano Gary Clark Jr. ha passato gli ultimi anni tra lo studio (alcuni album introvabili e un paio di EP) e il palco.

Il nuovo Hendrix, il salvatore del blues… ma qualcuno oggi sente veramente il bisogno di un nuovo Hendrix (non lo doveva già essere Lenny Kravitz? Ecco…) o del salvatore del blues? La musica, fortunatamente, evolve e per farlo spesso lo fa passando anche dal revival, senza però che ci sia per forza la necessità di avere un nuovo qualcuno o colui in grado di salvare un genere che negli anni ha perso parte del suo fascino, forse proprio perchè fin troppo legato ai cliché del passato e spesso incapace di contaminarsi con concetti musicali contemporanei.

Blak and Blu per Gary Clark Jr. è l'album d'esordio su Warner, la quale ha evidentemente individuato in lui un potenziale tornaconto economico: Gary ha diviso lo stage con alcuni dei nomi più prestigiosi del blues, ha presenziato all'evento Red, White and Blues alla Casa Bianca, ha recitato nel film Honeydripper, è stato nominato "Best Young Gun" dal Rolling Stone (eh beh…) ed ha collaborato a più riprese con Alicia Keys. Insomma, in un periodo in cui in USA la tradizione (dai Mumford & Sons a Taylor Swift) è tornata a dominare, uno come Gary Clark Jr. la vince facile.

Gary Clark Jr è sicuramente un musicista abile quanto furbo e lo si può intuire dalla linfa, sapientemente impostata sul gusto vintage, che scorre lungo le tredici tracce – alcune già presentate in passato – di Blak and Blu. L'iniziale Ain't Messin' 'Round ha il compito di catturare l'attenzione con il suo trascinate soul-rock bello tirato, sorretto egregiamente dalla grana grossa del blues cattivo e '60s della successiva When My train Pulls In. Altrove troviamo tentativi soul (la titletrack), scie Prince, modernizzazioni vicine all'r&b (The Life) contrapposte a stereotipati retro boogie-roll (Travis County), la vecchia black sixties (Please Come Home) e gli ancora più vecchi blues delle paludi (Next Door Neighbor Blues).

Blak and Blu è una sorta di mini guida tascabile "For Dummies" sulla storia della musica nera dell'ultimo secolo. L'autore, Gary Clark Jr, conosce molto bene la materia e i suoi riferimenti principali ma non si è sforzato abbastanza da rendere l'opera interessante, inoltre la produzione affidata a Mike Elizondo e Rob Cavallo (mr. rock patinato) finisce per appesantire il tutto.

13 Novembre 2012
Leggi tutto
Precedente
Dry The River at Covo, 9 novembre 2012 Dry The River at Covo, 9 novembre 2012
Successivo
Topsy The Great – Steffald Topsy The Great – Steffald

album

artista

Altre notizie suggerite