• Nov
    01
    2012

Album

Flue Records

Add to Flipboard Magazine.

E allora si prendano pure a pugni gli arbitri o le forze dell'ordine, ci si ricopra di patine retroattive, di rock 'n' roll alla gelatina, di minimalismo suonato chitarra e batteria e la pecora bianca di un tempo si trasformerà nel nostro peggior nemico.

Gli Sportivi, agonistico e sporchissimo duo veneto, danno alla luce il loro primo full length Black Sheep, che di length non ha proprio un bel niente perché si riduce a otto mirabolanti gesti atletici. Otto brani tiratissimi che sanno di boxe e adrenalina, di sudore e di cori da stadio. E quale miglior formula se non quella del vecchio rock 'n' roll che di contemporaneo non ha nemmeno la tecnica di registrazione (analogica, è chiaro), ma guarda con irriverenza a sua santità Iggy Pop (Gimme Gimme Your Hand, Go Back) o al mistero vagamente sexy dei Rolling Stones (Black Cat, Talking About)?

Senza pensare naturalmente che è probabile che i due siano persino passati da declinazioni gotiche e decadenti in stile Christian DeathCramps (How Does It Feel, Commit Suicide). Lo si capisce dall'uso cavernoso delle vocalità e degli effetti chitarristici, che, se vogliamo, è l'aspetto più interessante di un lavoro che, pur non lasciando un attimo di respiro, regala pochi momenti di genuina originalità.

E proprio la ricerca dell'originalità non deve essere un limite per l'ascoltatore, giacché Gli Sportivi non ne sembrano affatto interessati, preferendo piuttosto muoversi (e lo fanno abbastanza bene) nei sentieri tracciati dai loro (enormi) predecessori. Ci basti questo.

11 Novembre 2012
Leggi tutto
Precedente
?alos & Xabier Iriondo – Endimione ?alos & Xabier Iriondo – Endimione
Successivo
La morte – La morte La morte – La morte

album

artista

Altre notizie suggerite