• Feb
    01
    2009

Album

Warp Records

Add to Flipboard Magazine.

Mark Pritchard ritorna su Warp. L’uomo mezzo Global Communication si rifà il trucco e fa parlare di sé. Con questo album che è un tornare alla meccanizzazione, alla visione kraftwerkiana (guardate i video e gli artwork del sito) tutto però sporcato di break nero. E quindi di storia hip-hop. Una cosa così non te l’aspetti. Non ti aspetti che la proposta sia coinvolgente e a tratti squassante. Perché il ritorno sulla scena molte volte è un riproporre cose già dette senza pensare alla patina di polvere che hai davanti agli occhi. Qui si ripropone, ma con uno stile che è da archeologia 90.

E in questo inizio anno capiamo che più avanti si va, più gli occhi sono rivolti all’indietro. Ce l’avevano già detto su altri lidi gli O.R.B. e gli Autechre. I vecchi suoni sono lì, ma chi saprà usarli a dovere? C’è ancora qualcuno che riesce a cavalcare le sterminate praterie ambient senza copiare Aphex T.? Sì, ascolta Köln e poi dimmi se il mago del synth ci ha spiazzato o no. C’è ancora qualcuno che sa parlarti col vocoder e distruggerti con una base glitch à la Space Invaders? Sì, ascolta Word Problems. Che lesson. Ci sono ancora quei bei break che sentivamo dalle parti dei Beastie Boys? Vediti il riff di Battlestar e poi muori. C’è ancora qualcuno che ricorda in modo degno la cultura a 8 bit? Cyclotron C64 SID sì. E avanti così. I rimandi sono infiniti, ma non sono nostalgia sterile. Qui si riparte per nuove avventure nella matrix gibsoniana.

Le guerre stellari le vedremo tra un po’ di tempo, quando capiremo che i teen del dubstep sono troppo concentrati a sfornare singoli che durano solo una notte di nerdy videogaming sfrenato. Chi invece ha la forza di prevedere il futuro va oltre il tempo. E questo, cari amici, è uno di quei dischi. Che voi siate Bad o no.

27 Gennaio 2009
Leggi tutto
Precedente
Nancy Wallace – Old Stories Nancy Wallace – Old Stories
Successivo
Dresda – We Are The Superfunkers!

album

artista

Altre notizie suggerite