• Ago
    01
    2011

Album

Damaged Goods

Add to Flipboard Magazine.

Dimmi con chi stai (o in questo caso, sei stata) e ti dirò chi sei. Vale eccome per la dolce Holly l’assioma, siccome i trascorsi umani e artistici a fianco dell’iperproduttivo Billy Childish hanno lasciato il segno e dunque non passa annata senza che ci regali qualcosa da dare in pasto allo stereo. Vacche grasse nel 2011, dal momento che dopo la sferzata primaverile di No Help Coming, la scorsa estate ha visto la pubblicazione ufficiale (anche in vinile, ovviamente…) di questo disco dal vivo – non sfugga l’autoironia del titolo – inizialmente disponibile solo ai concerti del duo. Non granché da dire al riguardo se non che la ricetta rimane la solita di sempre, ispirata e scanzonata rilettura delle radici americane con piglio che, dato il contesto, si racconta viepiù minimale e ruvido.

Mezz’ora che scorre fresca e gustosa, un festino sull’aia dal discreto tenore alcolico presieduto da Wanda Jackson, Johnny Cash e Violent Femmes nel quale la coppia pesca bene dal proprio repertorio (non mancano le Devil Do, I Wanna Hug You, Kiss You;Squeeze You e Jesus Don’t Love Me che brillano come anelli da banco dei pegni) e si premura di porgere una bella rilettura di Dark In My Heart di Lee Hazlewood. I fan gradiranno senz’altro, ma ci pare piuttosto improbabile che anche tutti gli altri, concesso almeno un ascolto, restino insensibili.

15 Novembre 2011
Leggi tutto
Precedente
Pinch And Shackleton Pinch And Shackleton
Successivo
Lapingra – Salamastra Lapingra – Salamastra

album

artista

Altre notizie suggerite