Recensioni

6.4

Hype Williams che esordisce su Hyperdub. Ma non è il king dei videomaker hip hop anni Novanta, bensì il misterioso duo – formato da Roy Blunt e Inga Copeland – che negli ultimi due anni ha attirato l'attenzione su di sé con una manciata di produzioni fuori fase, fottutamente radicali e altrettanto hip. Kelly Price W8 Gain Vol. 2 EP non conferma né smentisce le attese, trattasi di un 12 pollici piuttosto sconclusionato composto da quattro tracce che potevamo benissimo ascoltare su Youtube e invece ci ritroviamo su vinile, con Mr. Steve Goodman / Kode9 a fornire l'auctoritas (in quella che al momento sembra essere una delle sue più paracule operazioni discografiche finora).

Rise up, Farthing Wood Dub, Boss Man, Badmind: questi i titoli. È la solita merda ipnagogica che sembra sputata fuori da un vecchio ghetto blaster caduto inavvertitamente in una vasca piena di Alprazolam e che se ne esce fuori con un taglio obliquo di frequenze ed un colorito strano. Roba nuova e dettagliatissima che sembra vecchia e fatta alla cazzo di cane (e invece no, c'è un gran lavoro dietro: anche se i due non lo ammetteranno mai). Ok, il momento è tutto loro, e però questo è un EP poco più che di transizione. I due devono tirare fuori ora il disco memorabile, altrimenti tempo un anno o due e degli Hype Williams non si ricorderà più nessuno. Il che sarebbe davvero un peccato, dato che le idee e il modo per metterle in pratica non gli mancano.

Voti
Amazon

Ti potrebbe interessare

Le più lette