• Gen
    01
    2008

Album

La Tempesta Records

Add to Flipboard Magazine.

Il vinile in forma piccola sembra essere tornato prepotentemente in auge. O forse, molto più probabilmente, non è mai passato di moda. Solo nell’ultimo mese o poco più – e senza tirare in ballo la collana PhonoMetak di Wallace e SoundMetak – ne sono splendida testimonianza l’appena recensito 10” dei ritrovati To The Ansaphone e, last but not the least, questo in oggetto.

Uno split tra due formazioni forse stilisticamente lontane ma affini per intenzioni e integrità. Due soli pezzi ma sufficienti a dimostrare e, perché no?, lasciare una speranza per il futuro, l’equilibrio micidiale tra due delle più eccitanti formazioni italiane. Da una parte l’assalto al calor bianco del quartetto veneto che ben conosciamo per quel capolavoro che è Dell’Impero Delle Tenebre; dall’altra gli schizofrenici zuismi (come definirli altrimenti?) del trio ostiense. Il tutto messo al servizio delle liriche Capovilliane, sempre più capaci di reggere il peso del rock (fu) anglofono sulle spalle, per dimostrare che questa musica parla correntemente l’italiano.

3 Marzo 2008
Leggi tutto
Precedente
Neil Young at Teatro degli Arcimboldi, 24 febbraio 2008 Neil Young at Teatro degli Arcimboldi, 24 febbraio 2008
Successivo
Sera Cahoone – Only As The Day Is Long Sera Cahoone – Only As The Day Is Long

album

artista

artista

Altre notizie suggerite