• Apr
    07
    2017

Album

Cinematic Music Group

Add to Flipboard Magazine.

Dopo mixtape solisti e collettivi (è tra i fondatori del Pro Era) e un buon esordio – B4.DA.$$ del 2015 – Joey si è messo a fare il prezzemolino, tra collaborazioni con i Glass Animals e un presente da attore nella serie Mr. Robot. Il suo sophomore ALL AMERIKKKAN BADA$$ arriva ora profondamente calato nelle attuali contingenze dell’America post-Obama e fresca fresca di trumpizzazione più o meno forzata, con stimmate che più politicizzate non si potrebbe (già a partire dalla cover).

È questo un disco che nel complesso funziona, e anche abbastanza bene. Sicuramente è meno scialbo di quanto abbiano scritto dalle parti di Pitchfork, anche se le critiche mossegli sono certamente condivisibili. Se sulla bravura tecnica di Joey è difficile discutere, questo resta un lavoro che non graffia e che difficilmente affonda davvero il colpo; il che, per un album che vorrebbe essere anzitutto esplicitamente politico, non è una lacuna da poco. Il problema sono versi risaputi e poco incisivi, come quel «Donald Trump is not equipped to take this country over» che sa un po’ di Capitan Ovvio alla riscossa; oppure una morale da positivismo spicciolo à la «get better every day», sempliciotto e un poco stantio. È un anti-populismo a sua volta semplicisticamente populista, che snocciola concetti ultra-risaputi che accontenteranno facilmente il pubblico di già convertiti a cui si rivolge.

A livello strettamente musicale va nettamente meglio, con melodie aperte e anche piuttosto orecchiabili (Devastated) che coinvolgono facilmente: è un hip pop piuttosto solare e pulito, luminoso e poco incisivo, sicuramente ben confezionato. Il flow funziona e i pezzi ci sono. Riuscito sì, godibile anche. Davvero necessario, quello no.

23 Aprile 2017
Leggi tutto
Precedente
Shannon Wright – Division Shannon Wright – Division
Successivo
GAS – Narkopop GAS – Narkopop

album

album

artista

Altre notizie suggerite