• Nov
    01
    2011

Album

Altrove

Add to Flipboard Magazine.

Per il loro omonimo esordio i sardi Julia Ensemble giocano di sponda con i generi musicali, grazie ad un approccio che si può comunque ricondurre a una contemporaneità meticcia e accademica. Un sentire parafrasato dalle venature progressive che si respirano nella mezz'ora circa di durata del disco o nella struttura portante alla base di brani in bilico tra ambient minimale e jazz allargato: musica che lavora per sottrazione, mira all'essenzialità e alla pulizia formale, vive di contributi strumentali fondanti e mai superflui.

John Cage e il Miles Davis più etereo, insomma, per un mood che unisce frammenti di pianoforte, violoncello e percussioni, lascia spazio a tromba e contrabbasso, affianca livelli grazie a chitarra classica e clarinetto. Il rischio di suonare stucchevoli, in questi casi, è da mettere in conto. Eppure Valerio Baraccani, Raffaele Pilia, Antonio Pinna e il collettivo di musicisti chiamati a collaborare, riescono a contenere nei limiti di un'affascinante sobrietà una materia sonora fluida, indeterminata e per natura protesa verso l'improvvisazione. Musica da camera che diventa un inno all'interplay (in puro stile jazzistico) su una concezione flessibile e poco canonica del ritmo, al suo massimo splendore nei cinque movimenti finali di Nomi di Albero.

29 Dicembre 2011
Leggi tutto
Precedente
Demdike Stare – Elemental – Parts 1 & 2 Demdike Stare – Elemental – Parts 1 & 2
Successivo
Lisa Hannigan – Passenger Lisa Hannigan – Passenger

album

artista

Altre notizie suggerite