• ott
    05
    2018

Album

Carpark Records

Add to Flipboard Magazine.

Dopo l’incoraggiante esordio di appena un anno fa Madeline Kenney, giovane cantautrice dell’Oakland, ritorna con un nuovo lavoro in bilico tra trance, synth e delicato e ambizioso pop. Lo spettro tematico entro il quale si muove questo secondo lavoro va dai momenti più irti di malinconia e nostalgia, di occasioni perdute, a momenti mancati all’entusiasmo per la semplicità delle piccole gioie quotidiane, e il loro rivelarsi inaspettatamente appaganti. In mezzo ci sono le Perfect Shapes, quei diamanti che troviamo sulle nostre strade pronti a rivelarci la bellezza delle piccole cose.

Un’opera seconda che si muove ancora una volta nel solco di quel cantautorato al femminile giovane e pungente alla Angel Olsen o Soccer Mommy ma con una sempre crescente personalità e uno stile artistico che va definendosi sempre più con uno switch continuo di generi, tra chitarre fuzz, linee di basso e diagonali elettroniche a puntellare un’armonia vocale in grado di adattarsi perfettamente alle diverse perfette forme che le sue canzoni sono in grado di assumere. Che sia dream pop (Bad Idea), rock arty (Know, I Went Home) o semplicissimo, squisito pop d’autore arricchito dalle fascinazioni più varie (Cut Me Off, The Flavor Of The Fruit), la Kenney riesce a centrare sempre l’obiettivo, confezionando piccole perle melodiche in grado di insinuarsi nei vostri pensieri fin da subito. La title track e la conclusiva Always Around Me restituiscono bene l’idea di questo saliscendi emotivo che trova nella voce della Nostra e nella sua manciata di canzoni la perfetta simbiosi e una piacevolissima conferma.

13 ottobre 2018
Leggi tutto
Precedente
Jaakko Eino Kalevi – Out of Touch
Successivo
William Basinski, Lawrence English – Selva Oscura

album

artista

Altre notizie suggerite