• Giu
    01
    2012

Album

A & M

Add to Flipboard Magazine.

Si chiamavano Kara's Flowers ed erano una sorta di power-pop band post-Weezer. Un solo album – The Fourth World – prima di cambiare il nome in Maroon 5.

Nel 2002 l'album di debutto con il nuovo moniker, quel Songs About Jane esploso due anni più tardi – anche in Italia – grazie ad una sequenza di singoli decisamente azzeccata (Harder to Breathe, This Love, She Will Be Loved e Sunday Morning). Cifre enormi che non seppero bissare né con It Won't Be Soon Before Long né con il successivo Hands All Over, un vero fallimento prima che venisse ripubblicato con all'interno la terribile hit Moves Like Jagger con la partecipazione di Christina Aguilera.

Rispetto ad altri nomi mainstream pop-rock/funk (Red Hot Chili Peppers o Lenny Kravitz) i Maroon 5 hanno da sempre avuto un tipo di appeal smaccatamente pop, un aspetto che viene ulteriormente esasperato nel quarto disco Overexposed.

Come altri pop acts, anche Adam Levine e compagni si sono fatti aiutare sia in fase di scrittura che di produzione da svariati colleghi quali Max Martin, Benny Blanco Ryan Tedder e Shellback. Come nel caso dei Linkin Park, siamo di fronte ad una variante del concetto di boy band.

Musicalmente Overexposed, se possibile, abbassa nuovamente la credibilità della band andando a seguire e in modo risibile il soldo facile: l'opener One More Night potrebbe essere un pezzo di Rihanna, Payphone è il cervello che si spegne e in Daylight vorrebbero essere i Coldplay (gli ultimi, sfortunatamente) ma l'odiosa voce di Adam non è certo accogliente quanto quella di Chris Martin (vedi anche gli o-o-oooh di The Man Who Never Lied).

Ritmi uptempo a cassa dritta al limite del trash-dancepop (Fortune Teller, Doin' Dirt), qualche smorfia black '80s mista a moderno soul-funk (Ladykiller) e un paio di ballads finto-malinconiche (Sad) sono gli ingredienti base di Overexposed, un disco in cui l'ormai quarantatreenne Adam Levine gioca sempre più a fare l'idolo delle teenager. Entro breve nei cestoni degli autogrill…

28 Giugno 2012
Leggi tutto
Precedente
Bee And Flower – Suspension Bee And Flower – Suspension
Successivo
Lawrence Arabia – The Sparrow Lawrence Arabia – The Sparrow

album

artista

Altre notizie suggerite