• Lug
    06
    2018

Album

Danse Noire

Add to Flipboard Magazine.

The Shine & Shine & Shine & Shine sono uno dei gruppi più noti di Taiwan. Sono nati come college band e in seguito hanno raggiunto un successo inaspettato. Pon è la cantante e leader della formazione, ma dal 2016 ha intrapreso anche la carriera solista con lo pseudonimo Meuko! Meuko!, spostando completamente le proprie attenzioni alla musica elettronica.

La prima testimonianza di questa nuova avventura è stata la cassettina Super Lo-Fi City: venticinque minuti scarsi di folk locale, dub e ambient filtrati tramite nebbie lo-fi, le stesse che caratterizzavano anche i tre brani dell’ep About Time, dove però iniziavano ad emergere le influenze del suono hd. Ed infatti il nuovo Ghost Island esce per l’etichetta di Aïsha Devi, quella Danse Noire per cui è passato anche il nostro Vaghe Stelle (ora noto come Mana): non sappiamo se sia merito della compositrice svizzera, ma sicuramente Pon qualcosa ha acquisito, in termini di maturità compositiva e padronanza dei propri mezzi, nelle recenti esperienze e collaborazioni europee. Le cinque tracce di questo mini-album (a cui si aggiungono due remix ad opera di Gil e Dutch E Germ) hanno un suono più pieno e perdono in parte l’atmosfera da cameretta dei lavori precedenti: ispirata da un concept che sta tra il sogno e lo scenario post-apocalittico, l’opera muove dalla paranoia industriale dell’iniziale Metropolitan Sutra Gathering (percussioni impazzite, schianti di vetri e campioni vocali che tolgono ogni groove alla lezione footwork) per giungere al mix di drone-music, memorie etniche ed inquietanti filastrocche della conclusiva (ma non così conciliante) Princess Sika, passando attraverso paranoie rituali e tribali (The Temple) e autistica dance che tritura bass-music e ritmi rave (la title track).

Ascolto tutt’altro che facile, Ghost Island segna un deciso upgrade nel suono e nelle intenzioni di Meuko! Meuko!: se continua su questa strada, la producer originaria di Taipei può confermarsi come uno dei nomi più efficaci e visionari di tutto il panorama elettronico più hd-oriented.

7 Luglio 2018
Leggi tutto
Precedente
RP Boo – I’ll Tell You What
Successivo
Massimiliano Barulli – L’arte di imitare

album

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

artista

Altre notizie suggerite