• feb
    07
    2014

Album

No=Fi Recordings, Nero

Add to Flipboard Magazine.

Vai, Mike, vai e insegna ai “neo-tropicalisti” a disegnare mondi immaginari. Se ce la potessimo cavare così, con una battuta, il senso di New Globe Notes risiederebbe esattamente in quelle poche parole. In un colpo solo, con un album curatissimo dalla sempre più off NO=FI Recordings in collaborazione con Nero, questo outsider dell’avanguardia british fattosi ormai romano d’adozione rimette ordine nel guazzabuglio dei giovani artisti impelagati nel marasma dei suoni caldi e stordenti d’estrazione tropicale con sconfinamenti verso sfumate lande chill-wave e si dimostra personaggio tra i più bizzarri – ma con una lucida idea musicale e non solo – dell’infinito panorama off mondiale. High Wolf, Ducktails, Hexlove, Sun Araw, nomi, spazi, tempi diversi ma accomunati da una sorta di attrazione (neo)primordiale per lande tropicali, suoni gocciolanti, atmosfere sfumate e inumidite, non impallidiscono di fronte a questo album – edizione ampliata e ri-masterizzata di alcuni, carbonari, lavori usciti negli anni per la personale Hipshot Records – ma fanno un po’ la figura degli allievi bravi e diligenti quando si trovano di fronte al maestro.

In New Globe Notes troverete un profluvio di suoni portati avanti con la indolenza tipica di un pomeriggio a tasso d’umidità 100% e arricchiti da una chitarra preparata che scivola via liquida, sognante e pluviale, mischiandosi con rumori ambientali, field recordings, loop & drones. Ad ammantare il tutto, una sensazione di alterità minacciosa, a volte più cupa (Electricity, tra scampanellii sinistri e cupe avvisaglie, gli stropicciamenti noise di Green Island Fiji), a volte meno (l’estatica isola hawaiana andata a male ipotizzata in Pearl Fisher), ma sempre pronta a mostrarci il rovescio della medaglia della moderna exotica tutta cocktail e lustrini: ovvero, come dietro quell’immaginario si celi un mondo reale fatto di bombe atomiche e “contaminati paradisi incontaminati”.

Assimilabile per concezione al lavoro svolto dagli Heroin In Tahiti (l’artwork è opera di Francesco de Figueiredo) e, nel suo ipotizzare mondi, simile al bellissimo saggio “Altrove” di Henri Michaux (non a caso tra i preferiti di High Wolf), New Globe Notes è un diario di viaggio inconsueto verso lande immaginarie ma non troppo, che vale tutto il prezzo del biglietto. Come a dire, c’è molto dietro una camicia fantasia.

2 Marzo 2014
Leggi tutto
Precedente
Stella Burns – Stella Burns Loves You Stella Burns – Stella Burns Loves You
Successivo
Lost In The Trees – Past Life Lost In The Trees – Past Life

album

recensione

recensione

recensione

Hexlove

Your Love Of Music Will Be An Important Part Of Your Life

recensione

recensione

recensione

recensione

Ducktails

Ducktails III: Arcade Dynamics

recensione

Altre notizie suggerite