Film

Add to Flipboard Magazine.

<p>“<em>Vivrò ogni giorno come se fosse l’ultimo</em>”.</p>
<p>Opera prima della performer e artista Miranda July, vincitrice del premio della giuria al Sundance Festival, <strong><em>Me And You And Everyone We Know</em></strong>(il titolo originale) è una commedia lieve sulle difficoltà di
comunicazione e sull’isolamento in cui sono ingabbiati gli strambi
protagonisti del suo film.</p>
<p>La vicenda è costruita attorno
a più storie della quotidianità e a personaggi che si incastrano gli
uni negli altri, in una danza sottile e surreale, in cui si riflette
sulla mutevole natura umana e sulla ricerca di attenzione e di amore da
parte di bambini e adulti. Fanno da collante delle storie i due
protagonisti: una sensibile artista multimediale, Christine (la stessa
July) e un commesso maldestro, Richard, separato e con due figli
piccoli, che lei decide che entrerà nella sua vita, inesorabilmente. </p>
<p>Un film minimalista e disincantato, in cui la regista guarda con
tenerezza ai suoi personaggi, e dove niente è inopportuno, anche la
ricerca bizzarra dell’incontro attraverso le chatline, tra adulti e
bambini o le avances pornopedofile di un uomo a due ragazzine
adolescenti. Lo sguardo è indulgente e mai presuntuoso, con un sfondo
di speranza, le storie restano al limite del drammatico; una delle
chiavi di lettura è proprio la sdrammatizzazione, che permette al film
di camminare sulle proprie gambe.</p>
<p>Simbolismo, poesia
minimale di un mondo visto con gli occhi dei bambini, lo sguardo
innocente che filtra la realtà e oltrepassa il cinismo degli adulti:
piccoli segnali che fanno di questo esordio un film da segnalare. </p>

30 Gennaio 2006
Leggi tutto
Precedente
Richard Ashcroft – Keys To The World Richard Ashcroft – Keys To The World
Successivo
Captain Beefheart – Safe As Milk

Altre notizie suggerite