• Set
    30
    2014

Album

Irma Group

Add to Flipboard Magazine.

Sembra aver trovato finalmente la sua strada, Giovanni Santese. Dopo vari esperimenti e tre dischi autoprodotti che spaziavano tra il folk e l’elettronica, il musicista pugliese dà alle stampe il suo album d’esordio sotto il moniker di Non Giovanni. La materia primaria è un cantautorato pop semplice e fresco, che si ricorda facilmente dopo il primo ascolto, palesando subito qualche limite di forma. Citazionista e variamente derivativo – da Bersani ai Baustelle (non a caso c’è Amerigo Verardi alla produzione artistica, produttore dei primi due album della band di Montepulciano) a BattistiHo deciso di restare in Italia è un buon esordio che riesce a convincere per larghi tratti.

Nelle otto tracce che compongono, l’album il cantautore di Grottaglie gioca con grande abilità con parole, luoghi e personaggi del pop nostrano, mischiandoli insieme in un quadro surrealista dalle venature dandy. I sogni che si fanno è il momento più maturo e riflessivo di un disco che nel complesso paga la poca varietà musicale e un certo eccesso di rimandi. Nel complesso sono proprio i momenti più calmi, riflessivi e meno isterici (Senza di te, Per restare vivi, la stessa title-track), che non vogliono accaparrarsi per forza l’attenzione dell’ascoltatore, a mostrare le qualità migliori.

Il resto è un prodotto ancora un po’ acerbo che, con testi ben confezionati, spiccate qualità interpretative e le fin troppe citazioni di pop colto (Carmelo Bene e Tiziano Scalvi, Ennio Flaiano e Rino Gaetano), lascia presagire grandi margini di miglioramento e buone potenzialità.

6 Novembre 2014
Leggi tutto
Precedente
Ariel Pink – pom pom Ariel Pink – pom pom
Successivo
Kevin Morby – Still Life

album

artista

artista

artista

artista

Altre notizie suggerite