Recensioni

5

Stanco della vita digitale e della produzione chiuso in cameretta, il producer tedesco Pantha Du Prince, partito dai ghiacci introversi della minimal techno, ha cominciato dal 2016 ad aprirsi «a modalità umane di interazione » – come ha dichiarato in occasione del lancio del precedente album The Triad. Un sound che, almeno nelle intenzioni dell’artista, sarebbe diventato piano piano più caldo e psichedelico. Il nuovo Conference Of Trees – che nasce da un progetto portato dal vivo in tour assieme a musicisti, light designer, video artist e costume designer – nasce dalla volontà di Pantha Du Prince di aprirsi, non solo agli umani, ma alla natura.

Così il Nostro non solo ha coinvolto altri musicisti in cabina di produzione come Håkon Stene, Bendik Hovik Kjeldsberg, Manuel Chittka e Friedrich Paravicini, ma ha anche assemblato alcuni strumenti in legno. Come a volere esprimere il suono degli alberi. E, in effetti, l’aspetto naturalistico e ligneo emerge chiaro nello scorrere della prima parte della tracklist assumendo la forma dell’ambient new-age (Approach In Breeze), tribale ( Transparent Tickle Shining Glace) o eterea e sacrale come nei tappeti nebulosi di Holding The Oak e nell’oscurità dronica della conclusiva Lichtung. Pezzi da meditazione, magari a passeggio in un bosco, a cui non manca afflato emotivo. Le percussioni tribal, e di conseguenza tutto il discorso sul richiamo al soundscape degli alberi, tornano solamente nella non entusiasmante Roots Making Family, questa volta in jam con una morbida cassa dritta. Per il resto, Conference Of Trees avvia un collegamento diretto con il precedente The Triad: elettronica morbida e mentale in stile Apparat e Nicolas Jaar con alcuni slanci dove i pattern ritmici sono un contorno di carillon, effettini minimal e accenni di melodie sintetiche. Supernova Space Drift è piacevole nella sua evoluzione, mentre Silentium Larix e Plus in Tacet, seppur ricche di decoro atmosferico, si perdono un po’ troppo nel manierismo.

Ne esce – a conti fatti – un album attraente solo in parte ma di sicuro apprezzabile da parte dei fan della prima ora del producer tedesco.

Voti
Amazon

Ti potrebbe interessare

Le più lette