• Mag
    01
    2011

Album

Auditorium Edizioni

Add to Flipboard Magazine.

“Non si tratta qui di menar vanto di Majakovskij. Non siamo qui per glorificare il poeta. Vogliamo invece trascinarlo negli abissi della contemporaneità in cui persistono le nostre vite. Lo porteremo vicino, vicinissimo a noi…”.

Inizia con queste parole vergate da Pierpaolo Capovilla stesso, il corposo booklet che accompagna una delle ossessioni, positivamente parlando, che accompagnano il da poco eletto uomo dell’anno. Catturato in una austera location faentina in occasione dell’ultimo MEI, il video in due atti – Eresia Socialista e Eresia dell’amore, i due impari capitoli – vede il frontman de Il Teatro Degli Orrori e dei rinati One Dimensional Man affiancato dall’inseparabile Giulio Ragno Favero a chitarra, synth, laptop e dal pianoforte di Kole Laca in un reading maestralmente esposto, emotivamente coinvolgente pur nella sua audacia. Fattore quest’ultimo che evidenzia se possibile, la centralità del poeta russo nell’universo capovilliano attuale. Vera e propria anima ispiratrice oltre che grimaldello per scardinare l’oblio non solo calato sulle liriche del poeta, ma anche sulle coscienze dei nostri contemporanei. Un Capovilla che, non ce ne vogliano i due musicisti accompagnatori, in grado di tessere ottimi tappeti sonori relegati giocoforza a sottofondo, ruba la scena quasi più delle parole di Majakovskij col suo completo nero, la sua austera figura, il suo stentoreo declamare versi immortali e insieme tremendamente attuali (si ascolti Gente che non ho mai visto, Mussolini per farsi una idea). Interpretati, più che letti, con una passione e un trasporto che sono ormai ben noti anche a chi traffichi col rock del Teatro.

“Ai giovani, ai più giovani” è dopotutto indirizzata questa lettura, poiché la lirica majakovskijana è fondamentale per risvegliare “le non sempre innocenti coscienze assopite di tutti noi”. Parole sante, di questi tempi e forse miglior interprete di un aizzatore di folle rock come Capovilla potrebbe riuscire nell’intento pedagogico.

10 Luglio 2011
Leggi tutto
Precedente
PJ Harvey at Piazza Castello, 6 luglio 2011 PJ Harvey at Piazza Castello, 6 luglio 2011
Successivo
Le Butcherettes – Sin Sin Sin Le Butcherettes – Sin Sin Sin

Altre notizie suggerite