• Mar
    21
    2006

Album

NPG Records, Universal

Add to Flipboard Magazine.

Con una major, la Motown, Prince torna al successo commerciale in America e alla visibilità. Finalmente? Dopo anni di autoesilio e di prove controverse, rischiarate dagli ultimi anni (Crystal Ball, Rainbow Children, Musicology) l’attesa non dà gli esiti sperati. Non basta la voglia di rivalsa per tornare, se le idee sono riciclate e il risultato è minimo.

In 3121 Prince rifà se stesso, un’astuta sintesi di anni di carriera, ripetendo all’infinito cliché abusati. La linea è stata varcata, e se ha sentito il bisogno di riaffermare commercialmente un primato e un culto che gli viene riconosciuto da tempo dai numerosi epigoni, bisogna pur prenderne atto, e aspettare momenti migliori, magari gustandolo live prossimamente.

Non basta quindi il funky che suona artificiale di Get On Boat, le ballate kitch e di maniera (Te Amo Corazon, primo singolo che ha preceduto l’album, Satisfied, Beautiful, Love & Blessed con l’ultima protetta Tamar), e qualche guizzo qua e là, a ricordare di quali prodezze sia (ancora) capace il folletto: la title track, una jam funk robusta, voce e chitarra sintetizzata, il funk sintetico di Black Sweat (secondo singolo) e di Love, il rock di Fury. Troppo poco anche per un fan.

25 Marzo 2006
Leggi tutto
Precedente
Elvis Costello – With The Metropole Orkest – My Flame Burns Blue Elvis Costello – With The Metropole Orkest – My Flame Burns Blue
Successivo
Peter Wright – Pariahs Sing Om Peter Wright – Pariahs Sing Om

album

artista

Altre notizie suggerite