• Lug
    15
    2007

Album

Columbia Records, NPG Records

Add to Flipboard Magazine.

Come già si diceva l’anno scorso per 3121, il Prince autentico risiede ormai nella memoria collettiva degli ’80 (quel misto di funk bollente, soul, psichedelia e rock-wave tesa), con cui ci si può confrontare nei live ancora scintillanti, questo sì. Per il resto, il Nostro fa parlare di sé per la sua ormai più che quindicinale lotta contro le multinazionali. L’ultima azione proprio poco prima dell’uscita di questo Planet Earth, che è stato allegato in Inghilterra a un quotidiano, somma beffa alla Columbia che lo ha così scaricato per il mercato britannico; ma tant’è, normale amministrazione per uno come lui.

Con quest’ultimo album confonde le acque della sua già annacquata discografia recente, riuscendo a fare peggio del precedente. Mentre lì riprendeva e rimasticava se stesso con modesti risultati ma pur con deboli guizzi, qui cambia le carte in tavola, sciorinando un repertorio essenzialmente pop, il pop mainstream della peggior specie, per intendersi. Scomodando vecchie amicizie, come Wendy & Lisa e Sheila E, per quel che è servito. Ecco allora ballad soul scolorite e pompose (Somewhere Here On Earth) e tutto un campionario di imbarazzanti pseudo anthem pop per adolescenti o giù di lì. Unico pezzo da menzionare, il funk di Chelsea Rodgers, con un bel giro di basso a testimoniare il passato. L’artista una volta chiamato Prince chissà dov’è.

1 Luglio 2007
Leggi tutto
Precedente
Portastatic – Be Still Please Portastatic – Be Still Please
Successivo
My Morning Jacket – At Dawn/Tennessee Fire Demos Package My Morning Jacket – At Dawn/Tennessee Fire Demos Package

album

artista

Altre notizie suggerite