• Lug
    01
    2010

Album

Manzanilla

Add to Flipboard Magazine.

Non sarà la Compagna Teresa del Teatro degli Orrori la Rita Rosani protagonista di questo disco-concerto dei Regina Mab, ma può comunque vantare solide radici nell'identico immaginario. Quello della Resistenza al femminile, sconosciuta ai più ma essenziale esattamente come quella al maschile nel determinare le sorti di un conflitto come la Seconda Guerra Mondiale tra 1943 e 1945 in Italia. Con da un lato la Repubblica di Salò sostenuta da fascisti e tedeschi e dall'altro i partigiani – tra cui, appunto, “la Rita” -, nel caso specifico quelli che militavano nelle brigate attorno a Verona.

Con la scusa dell'inquadramento biografico i Regina Mab ricostruiscono il tono generale del periodo, grazie a un disco capace di mescolare narrazione, musica, dettagli storici e parti recitate. Il tutto in dodici capitoli da far corrispondere ad altrettante parentesi suonate, queste ultime valorizzate da brani autografi e cover debitamente ricontestualizzate. A testimonianza, una Teardrop dei Massive Attack in cui si accosta il beat coronarico del brano originale al momento della morte o una My Generation degli Who il cui verso "I hope I die before I get old" risuona macabro tra i partigiani confinati sul monte Comun e pronti ad affrontare le “People try to put us down” in divisa.

Metafora dell'attualità e ricordo affezionato, documento storico indiretto e teatro, buon esercizio di folk e canzone d'autore, Col sole in fronte ha la rara capacità di emozionare senza suonare retorico e andando oltre prese di posizione ideologiche fini a sé stesse. Piccola gemma da tenersi ben stretta, in una contemporaneità dal revisionismo facile che scambia troppo spesso e con scandalosa naturalezza cause e conseguenze.

8 Dicembre 2010
Leggi tutto
Precedente
Flying Lotus – Pattern+Grid World Flying Lotus – Pattern+Grid World
Successivo
Inca Babies – Death Message Blues Inca Babies – Death Message Blues

album

artista

Altre notizie suggerite