• mag
    10
    2015

Album

Garage Records

Add to Flipboard Magazine.

Built to Spill, Vaselines, Snow Patrol, Notwist, Agnes Obel: sono questi i riferimenti citati nella pagina Bandcamp ufficiale dei ravennati Rigolò per il qui presente disco, direttive che circoscrivono con una certa cura i suoni contenuti in Gigantic (successore dello Slangenmensch del 2013). In line up ci sono gli ex Comaneci, Andrea Carella (chitarra, voce) e Jenny Burnazzi (violoncello, voce), assieme ad Andrea Napolitano (batteria) e Alessandro Reggiani Romagnoli (basso), per un suono che si dibatte nervoso e al tempo stesso minimale tra timbri legnosi di archi, cantato sussurrato e chitarre elettriche.

Indie rock, lo avremmo chiamato negli anni Novanta, anche se il termine in questo caso sta un po’ stretto a un album che lascia ampi spazi all’interpretazione: chi lo vedrà come un aggiornamento angolare dell’intimismo cameristico dei primi Comaneci (Voiceless), chi invece come un apprezzabile azzardo in una terra di mezzo più sperimentale (l’ambient-psichedelia di Before It Gets Dark), eppure capace di momenti pop da ricordare (In The Wake Of The Kites). E’ un po’ come se il violoncello facesse da apripista “istituzionale” a un universo sonoro che invece vive di intriganti strutture caracollanti (l’ammicco Blonde Redhead prima maniera di Another Good Chance), borderline e irregolari, costruite con molta inventiva artigianale e pochi marchingegni sonori ad effetto.

Il risultato è un disco frizzante e imprevedibile, accogliente e ben arredato, fatto alla vecchia maniera e pieno di buone idee. Insomma, poca attenzione per il marketing e molta verità.

25 giugno 2015
Leggi tutto
Precedente
Donato Dozzy – Anna Caragnano – Sintetizzatrice Donato Dozzy – Anna Caragnano – Sintetizzatrice
Successivo
Christopher Paul Stelling – Labor Against Waste Christopher Paul Stelling – Labor Against Waste

album

artista

Altre notizie suggerite