• mar
    20
    2015

Album

Bomba Dischi

Add to Flipboard Magazine.

I Sadside Project sono un ex duo romano – oramai solo elemento basico di una line up che in fase di incisione annovera più di 25 musicisti – alla seconda prova sulla lunga distanza con questo Voyages Extraordinaires, uscito dal portfolio di Bomba Dischi. Dieci tracce nate come sintesi delle esperienze musicali emerse dalle vicissitudini di questi anni, condensate in una musica priva di intenti filologici, molto istintuale, di pancia, lontana dalla legge aurea del contenersi ad ogni costo.

Domenico Migliaccio e Gianluca Danaro, esordienti come Sadside Project due anni fa con l’album Winter Whales War, partono quindi da un grinta folk stile Dubliners/Pogues/Mumford & Sons (Nautilus, Requiem, Interstellar, Analog Landscape) e si addentrano nella tela, con giochi d’ombra beat anni ’60 (Brotherhood), piccole coloriture fiatistiche e cantate dark wave (The Dock), movenze steady e cadenze ska (Third Class Heart Party, Summer Singing Collective), garage-punk-core combinato a dettagli lounge/industrial (The Truth Should Be Told).

La presenza di tanti sidemen è elemento imprescindibile per perorare quella causa collettivizzante e rigeneratrice così lontana da tanto individualismo sonoro del folk, per lo più di impronta diaristica, angloamericana. Questo approccio è capace di rigovernare i punti fermi di una vita, scacciando dalla testa la quotidianità inutile e obsoleta. Il risultato che più a pelle rende ebbri è il coro totale che sgorga ovunque, un amore per le ballate senza intoppi (Sherwood), un calore determinante ai fini dell’ascolto che gioca di sponda con la tempestività dei temi.

24 Aprile 2015
Leggi tutto
Precedente
Enrico Bracco – Quiet Man Enrico Bracco – Quiet Man
Successivo
Drew Lustman – The Crystal Cowboy Drew Lustman – The Crystal Cowboy

album

recensione

artista

artista

artista

Altre notizie suggerite