• Ago
    19
    2013

Album

Aery Metals

Add to Flipboard Magazine.

Dop alcuni singoli e 12” sparsi e un EP su Hotflush (Revolver, due pezzi, a marzo 2013), il misterioso South London Ordnance, classe 1988, inaugura la propria label personale con questo 10”. La sua è una electro che punta al club intrisa di umori bass UK, dub e virati dark; Discogs la tagga addirittura come house, noi la faremmo rientrare nella future garage.

In Black Acre il featurer Brolin conclude con sdilinquimenti soul esangue non lontani da quelli di scuola James Blake; il resto è un’esplorazione del concetto di cavalcata electro, tra oscillazioni che non trovano risoluzione ma in qualche modo si settano e riescono ad appagare (Modular Splash, nel doppio remix di Factory Floor e JD Twitch), galleggiamenti dark house (Floating World), arrangiamenti che masticano globulosità e deformazioni tattili Cobblestone Jazz (anche se con tutt’altre tinte; System) e addirittura ricordi del synthpop Depeche Mode (Obsidian). Incluso nel pacchetto uno spettrale remix d’autore (Chris Carter dei TG). Da tenere d’occhio.

17 Settembre 2013
Leggi tutto
Precedente
E.M.M.A – Blue Gardens / Walton – Beyond E.M.M.A – Blue Gardens / Walton – Beyond
Successivo
MGMT – MGMT MGMT – MGMT

album

recensione

recensione

artista

Altre notizie suggerite