• Mag
    26
    2015

Album

Stonebridge Records

Add to Flipboard Magazine.

Quasi dieci anni dopo il disco d’esordio (Take These Flowers To Your Sister, del 2006) i cesenati Sunday Morning arrivano al secondo album. Neil Young, qualcosa dei Big Star, una manciata di indie americano da college radio (Drifting) nelle corde di una band che con Instant Lovers sorprende: dieci brani, uno più riuscito dell’altro, capaci di collezionare intuizioni brillanti – prendete il singolo in odore di psichedelia/blues Johnny – che non stravolgono l’immaginario di riferimento, pur suonando decisamente efficaci.

Insomma, non siamo di fronte ai soliti provincialismi d’accatto ma a una formazione in grado di maneggiare con destrezza e grande naturalezza un bagaglio di suoni “istituzionali” e riconoscibili. Il rischio in questi casi è sempre di banalizzare il tutto, ma i Sunday Morning hanno carattere, e lo dimostrano soprattutto in parentesi a prima vista “scontate” come 41.73 Faith (Buffalo), il cui giro d’accordi – non certamente originale – riesce non si sa come a suonare fresco e creativo, nell’ottica del brano.

Credibilità e concretezza sono le parole d’ordine, assieme ai timbri morbidi e analogici della musica (a quanto pare, il disco è stato registrato su un Tascam a bobina). Bentornati.

24 Giugno 2015
Leggi tutto
Precedente
Paolo Spaccamonti – Rumors Paolo Spaccamonti – Rumors
Successivo
Heart of Noise 2015

album

artista

Altre notizie suggerite