• Feb
    01
    2006

Album

Evolving Ear

Add to Flipboard Magazine.

Esordio assoluto per i Talibam! che si divertono a impacchettare i loro cd-r dentro copertine di LP più o meno recenti con tanto di frammento di vinile accluso (modalità non nuova di packaging nel sottobosco indie, ma sempre intrigante). Già conosciuto nel microcosmo avant di New York, il trio capitanato da Kevin Shea è una delle più gradite sorprese degli ultimi mesi, soprattutto considerando quanto da quelle parti sia pericoloso maneggiare synth batteria e sax senza risultare banali o già sentiti. Grazie però al background di Shea (per chi l’avesse dimenticato: batterista degli Storm & Stress, due album su Touch’n’Go) e all’intrinseco valore di questi tre pezzi, il rischio viene eluso o quantomeno ridimensionato.

Libertà espressiva e adesione ai dettami dell’improvvisazione riescono infatti a farci dimenticare quanta di questa musica sia già stata scritta e suonata, prima e dopo l’arrivo di John Zorn. Quel che ne viene fuori è un’aggrovigliata e calibratissima cascata ritmica, a cavallo tra i Flying Luttenbachers e i Lightning Bolt, ennesima dimostrazione che nel rock, nonostante la scorpacciata post, si può ancora fare a meno delle parole. Basti pensare a quanto di buono fatto negli ultimi anni non solo dai Lightning Bolt ma anche da Hella e Orthrelm, in grado di smussare certa concettualità propria del rock matematico. In questo senso i Talibam! risultano forse meno digeribili, più espressamente votati alla tradizione free e no-wave e senza l’autoironia e le derive hard-rock dei gruppi appena citati, ma assolutamente non inferiori. Per molti insomma, ma non per tutti.

2 Giugno 2013
Leggi tutto
Precedente
Dirty Beaches – Drifters/Love is The Devil Dirty Beaches – Drifters/Love is The Devil
Successivo
Mu-Ziq – Chewed Corners Mu-Ziq – Chewed Corners

album

artista

Altre notizie suggerite