• apr
    01
    2010

Album

Domino

Add to Flipboard Magazine.

Dopo l’apparizione al Primavera Sound del 2004, che proprio quell’anno sancì il proprio status di festival musicale di culto, la rapida ascesa nello stardom alternative dei Fall è stata inarrestabile. E così, successivamente alla firma per la major indie Domino Records e alle diverse collaborazioni musicali (Von Sudenfed) e televisive (la sitcom Ideal), oggi la (one man) band di Salford Docks è più famosa che mai.

Trent’anni di incoerenze da sempre spesi fuori dalla mischia punk e da tutti i suoi cliché hanno ripagato, tanto che Your Future Our Clutter sembra infliggere un colpo ancor più preciso rispetto alle prove precedenti con una formula country ’n’ northern iniettata di spezie sintetiche, qualche ritocco in bassa fedeltà e alcuni retrogusti krauti.

Mark E. Smith, leader maximo, è ancora lì a rantolare il consueto rosario d’abrasioni, forse più consapevole che mai della propria immortalità e riconosciuto carisma, e ciò che più conta è una riconfermata band – la stessa di Imperial Wax Solvent – pronta al salto del grande palco. E’ la migliore che abbia mai avuto, dice Smith, un grande r’n’r act in grado farsi all’occorrenza potente lama garage’n’roll o tellurgica tappezzeria di basso, batteria e synth; un combo che trova nei vezzi lo-fi dell’uomo un suo spessore e nelle tastiere e effetti della moglie Elena Poulou un’ottima sinuosità.

La riprova? I tre movimenti di Bury con il caracollare della carrozzella in cui Mark fu costretto lo scorso anno e le aperture cow punk della seconda e terza parte; la solida Mexico Wax Solvent (sempre suono americano rivisto però a suon di crudezze e krauti) e i sette e passa minuti di Y.F.O.C. / Slippy Floor (tipico basso metallico à la SST di Dave Spurr per una passeggiata hardcore a passo d’uomo); le pose Pere Ubu e Cop Shoot Cop in Chino (rispettivamente su theremin e chitarra); la ballad – se così si può chiamare – di Weather Report 2. Quest’ultima chiusa di un album splendido, dedicato agli amanti del garage come a chi non cede alle mode di ieri e di oggi. 

20 aprile 2010
Leggi tutto
Precedente
Riccardo Tesi – Sopra i tetti di Firenze – Omaggio a Caterina Bueno Riccardo Tesi – Sopra i tetti di Firenze – Omaggio a Caterina Bueno
Successivo
Ted Leo And The Pharmacist – The Brutalist Bircks Ted Leo And The Pharmacist – The Brutalist Bircks

album

artista

Altre notizie suggerite