• Feb
    01
    2012

Album

Fat Cat

Add to Flipboard Magazine.

Se la cartella stampa evoca pietre miliari del calibro di The Holy Bible dei Manic Street Preachers, Violator e The Downward Spiral, e i crediti danno come responsabile del sound Ben Hillier (l’uomo della recente e analogica rinascita depechiana, reo di aver prestato alla band alcune preziose macchine) e soprattutto un certo Andrew Weatherall (che ha aiutato a smanettare in studio con le suddette macchine), è chiaro che i Twilight Sad vogliono giocarsi il tutto e per tutto. Fatidico terzo album e o la va o la spacca, insomma, e non che i glaswegiani non abbiano cartucce da sparare, anzi. Il sound è filologicamente impeccabile: minimale, algido, pieno di spazi, di trovate aliene alla Martin Hannett, con bordate di synth d’annata e chitarre pungenti cariche di spleen del tempo che fu. Diremmo: Magazine, Joy Division, New Order più che Interpol o Editors o White Lies, ché il metodo è proprio quello di riprodurre amorevolmente quei suoni, piuttosto che (ri)patinarli a uso e consumo delle nuovissime generazioni cresciute a pane e saga di – ehm – Twilight.

E va detto che Another Bed, con le sue pulsanti tentazioni sintetiche (e a tratti shoegaze / chillwave), funziona a dovere, così come l’algida Nil o Dead City, tutta bassi distorti e clangori di sei corde, o ancora l’incubo finale alla Unknown Pleasures virati industrial di Kill The Morning. Eppure c’è qualcosa, fatto fermo il sincero e devoto revivalismo dei tre, che non torna del tutto. Ricorrere a un canto che, oltre a far sfoggio di un marcato accento scozzese, sembra più attingere dal folk che dai soliti stilemi curtisiani è certo un merito indubbio, ma non sempre riesce. E poi manca l’inno, la canzone che risolve un disco. O una carriera. Non è da tutti, certo. Ma, con tale dispiego di mezzi e intenti, aspettarselo era quantomeno lecito, non trovate? 

31 Gennaio 2012
Leggi tutto
Precedente
Il Teatro degli Orrori – Il Mondo Nuovo Il Teatro degli Orrori – Il Mondo Nuovo
Successivo
Le Pécheur – Medieval Dreams Le Pécheur – Medieval Dreams

album

artista

Altre notizie suggerite