• Ott
    25
    2011

Album

Autoprodotto

Add to Flipboard Magazine.

Dopo quel Through The Green che ha acceso definitivamente i riflettori su di loro e i due eppì estivi editi in formazione singola (Alone on The Green e On The Green Alone), i Tiger & Woods sono ancora in forma smagliante e, senza perdere un'unghia del loro smalto, rilasciano gratuitamente un altro full-lenght di inediti senza titolo ma pieni di sostanza (lo potete scaricare qui). La formula non cambia di una virgola, sempre fondata su cassa in quattro e claps vecchia maniera attentissimi a non disturbare la circolarità della materia disco (i '70 che ritornano in #03 o #11) e quei caratteristici campioni vocali messi in loop che ormai rappresentano il loro biglietto da visita (#01, #02 o #09, tutte naturali continuazioni del primo album).

Quindici carotaggi riutilizzabili di clubbing, per la gioia dei dj che scaldano le folle. È ancora energia dance seminale (i graffi electro d'antan di #04, i synth gaudenti di #08) che non perderebbe di efficacia nemmeno tra trent'anni, carburante esplosivo che in pista ti manda avanti all'infinito (per conferme chiedete a Leon). Ripetitivo all'ascolto? L'obiezione ha un vizio di forma.

30 Ottobre 2011
Leggi tutto
Precedente
The Somnambulist – Live In Berlin The Somnambulist – Live In Berlin
Successivo
Newtone2060 – Shot Newtone2060 – Shot

album

artista

Altre notizie suggerite