• Dic
    01
    2010

Album

Affairs Of the Heart

Add to Flipboard Magazine.

Se con i suoi precedenti progetti, il cantautore trentaseienne Tim Kasher è stato uno dei più ortodossi interpreti dell'estetica Saddle Creek, con l'esordio solista punta ad imprimere una decisa svolta ai propri obbiettivi autoriali.

Dopo una vita dedicata a reinterpretare i tòpoi della tradizione americana con Cursive e The Good Life, dipinge un'operina ambiziosa che si configura come una sorta di concept sulle relazioni uomo-donna: cinica, verbosa ma anche dotata di un certo fascino grazie all'(auto)ironia che il nostro dispensa con una certa nonchalance ("writers are selfish, writers are egoists").

The Game Of Monogamy si apre con un vera e propria overture cameristica (cosa abbastanza atipica per un album che si vorrebbe registrato in solitudine, ma tantè) e passa in rassegna un vasto campionario pop che Kasher modella su liriche gravide di disillusione, sortendo risultati altalenanti: se il suo songwriting acidulo si accomoda sulle delicatezze folk di Stray come in un paio di ciabatte sfondate, sorprende la freschezza di un up tempo dalle ritmiche solide come Cold Love e la slackness indie intrisa di archi di No Fireworks.

Sul lavoro spira una salutare leggerezza che stinge in qualche episodio eccessivamente velleitario (i fiati di I'm Afraid I'm Gonna Die Here sembrano quelli di una ska punk band dei mid 90s) ma lascia intatta la sensazione di trovarsi di fronte ad un autore istrionico, in grado di muoversi agevolmente fra i diversi registri, ad uso e consumo di una narrazione densa e decisamente godibile.

19 Dicembre 2010
Leggi tutto
Precedente
Captain Beefheart – Trout Mask Replica Captain Beefheart – Trout Mask Replica
Successivo
Saluti da Saturno – Parlare con Anna Saluti da Saturno – Parlare con Anna

album

artista

Altre notizie suggerite