• feb
    01
    2014

Album

Marmo

Add to Flipboard Magazine.

Il declino della “western civilization” non è più alle porte, ma in corso d’opera. Quello che The DOWC Part 1 ipotizzava con un mix di suoni analogici, musica concreta e jazz atomizzato, The DOWC Part 2 rende ancora più esplicito, pur giocando con le stesse variabili musicali. Un ribollire di suoni in cui il free del clarinetto fa il paio con disturbi sotterranei, voci campionate, reiterazioni autistiche, contrappunti deraglianti. Il secondo EP in vinile – a doppia velocità (lato A 33 giri, lato B 45 giri) – dei Tru West scandaglia un tribalismo “sbarellato” e minaccioso (A Rock In A Cop), che sfocia in uno scenario post bomba H ventoso e deprimente (We Have Your Money, What Can You Do Now?) in cui i fiati parlano di solitudini e i contributi concreti azzardano una condizione umana primitiva e disperata.

Eppure “il lato B potrebbe sorprendervi, dopo aver sperimentato il lato A”. E infatti, con Mass Prod’s Tru Western Mix ci si trova di fronte a una techno inquietante e muscolare, solida e glaciale, fatta di quelli che sembrano reverse recordings (ma che forse non lo sono). Con una chiusura di album riservata a una Harmonious Thelonious’ Sunset Liturgy Remix che odora di trip-hop per poi affidarsi a poliritmie assortite, vaghi aromi industriali e ripetizioni mantriche.

Disco che parla il linguaggio dell’immaginazione, senza facili conformismi.

10 agosto 2014
Leggi tutto
Precedente
The Black Angels – Clear Lake Forest The Black Angels – Clear Lake Forest
Successivo
Fhloston Paradigm – The Phoenix Fhloston Paradigm – The Phoenix

album

recensione

artista

Altre notizie suggerite