Recensioni

7.4

Quando abbiamo iniziato ad addentrarci ormai tre anni fa nel sottobosco dei produttori strumentali italiani, abbiamo subito capito che Uxo e Digi G'Alessio erano due big. Il fatto è che questi due big non si conoscevano. La cosa ci sembrava un peccato mortale e, per farla breve, convinti che tutto si tiene (o si debba tenere), un giorno di fine estate 2010 ci siamo presi la briga di metterli in contatto tramite Facebook. Il resto è storia? Forse, sicuramente è ottima musica.

Ecco che dopo mesi di rinvii Plynt si decide finalmente a pubblicare questo split di remix reciproci, pronto da quasi un anno (se le registrazioni risalgono alla prima metà del 2011). Dieci tracce secche in cui i due vengono fuori al meglio della forma, ma controllatissimi, senza strafare, in perfetta coerenza con le loro personalità: Digi sornione, duttile, giocoso (la streetissima Exploitation, la vibertiana Adios), Uxo – se non più serioso – sicuramente più scuramente psichedelico, tribale (The Instanbul Clan), siderale (Stages, Nascondiglio).

I due produttori separati alla nascita – guardare le foto e i video su Google, please – si uniscono sotto la stella di uno spacefunk/spacedub per palati fini, confezionando un lavoro ricercato, fatto di trame sottili, che nulla concede alle mode o alle cosmesi timbriche del momento, nonostante un singolone superorecchiabile come Fresh Flesh, che poteva annunciare un lavoro anche più all purposes e groundbreaking. E invece, semplicemente, alla voce: stile.

<a href="http://plyntrecords.bandcamp.com/album/uxo-vs-digi" _cke_saved_href="http://plyntrecords.bandcamp.com/album/uxo-vs-digi">Uxo vs Digi by Uxo and Digi G'Alessio</a>

Voti
Amazon

Ti potrebbe interessare

Le più lette