• apr
    01
    2012

Album

800A

Add to Flipboard Magazine.

Andrea Venezia (voce e armonica), Donato Di Trapani (sezione elettronica, timpani e sonagli), Roberto Conigliaro (batteria): insieme si chiamano Venezia e se cercate un disco piacevolmente squilibrato, sudato come un bordello di New Orleans e soprattutto vitale – in una maniera tutta sua -, il loro esordio La Culla è quello che fa per voi.

Zero hype, per un Capossela versante Dalla parte di Spessotto che copula con Howlin' Wolf, recupera la verve allucinata dei Birthday Party e gli echi claustrofobici degli Einstürzende Neubauten (La culla) e riesce nell'impresa di mimare un Buscaglione garagista in fissa per i Fall. A inquietare oltre il dovuto, un'armonica a bocca suonata come il sax di James Chance che si alterna a certe linee vocali imputridite e a una scrittura che rimanda anche a echi tribali Liars (Troppo tardi). Roba che in Dolce è la sera si trasforma in una versione imbarlata (un po' come la farebbe un Nino Bruno e le 8 tracce) di certe vibrazioni dei Procol Harum, ne Il pozzo spara in primo piano i Suicide che tutti conosciamo, in Whiskey Harp (parte 1) non si spaventa a salmodiare su un vuoto strumentale rotto solo da qualche contrappunto di armonica.

Cantautorato? Anche. Anzi, un recitato che lascia a una parola masticata e alcolica l'incombenza del ritmo e a un suono minimale e decadente il compito di creare il contesto di riferimento. Pochi elementi ma decisivi, tra cui un gotico italiano lo-fi anni 70 non ben identificato che incontra la controcultura (Mondo di consumi), amatoriale nella forma, ma in qualche maniera anche credibile.

Lo scopo dei dieci brani non è lucidare i lustrini per farsi apprezzare, quanto incasinare il proprio albero genealogico abbastanza da tirar fuori una versione di blues personale, slegata da corsi e ricorsi storici e talmente sulle sue da dimenticarsi dello strumento principe: la chitarra. Il risultato è scostante, ma anche terribilmente affascinante.

23 Aprile 2012
Leggi tutto
Precedente
Desolate – Celestial Light Beings Desolate – Celestial Light Beings
Successivo
Hot Gossip – Hopeless Hot Gossip – Hopeless

album

artista

Altre notizie suggerite