• Apr
    12
    2017

Album

Tippin The Velvet

Add to Flipboard Magazine.

Voza è un giovanissimo musicista campano, figlio del mare di Agropoli, al debutto con l’Ep Looking for a Candid Rose. La sua è una storia dai tratti tardo-adolescenziali segnata da incertezze sul futuro e da diatribe familiari, oltre che da un problema di balbuzie, prima combattuto squassando le pelli della batteria, poi superato e fiorito in un cantato ora incredibilmente convincente. Diciannove minuti spalmati su appena cinque brani, utilizzati per cingere di malinconico pop una prima prova da non sottovalutare. Geometrie sonore e profondità testuali che s’incrociano nei solchi scavati appena due anni fa da Tobias Jesso Jr che, nel suo esordio Goon, aveva a sua volta provato a raccontare un universo interiore complesso e decadente. Voza riesce a mettersi a nudo facendo scorrere le sue parole su arrangiamenti snelli ed orecchiabili (Real Man), giocati su pieni e vuoti corali, al limite del soul (Candle), dove quasi sempre è la natura acustica del lavoro ad emergere.

Denso, introspettivo, ermetico, Looking for a Candid Rose ammicca all’alternative pop per giungere a sfondare gli argini della lezione cantautorale britannica, un crocevia tra Keaton Henson e Elton John dove spesso i tecnicismi vengono sacrificati in favore di una componente puramente emotiva, che qui trova sempre ottimi punti di fuga. Merito anche di una produzione a fuoco curata da Daniele Amoresano (Mirror Man) e dal cantautore Davide Napoleone. Con queste premesse è naturale attendersi un esordio sulla lunga distanza in grado confermare (o meno) le nostre previsioni. Per il momento, buona la prima.

16 Maggio 2017
Leggi tutto
Precedente
Mono No Aware Mono No Aware
Successivo
Destroy All Gondolas – Laguna Di Satana Destroy All Gondolas – Laguna Di Satana

album

Voza

Looking for a Candid Rose

artista

recensione

artista

recensione

artista

artista

Altre notizie suggerite