• ago
    01
    2002

Album

Absolutely Kosher

Add to Flipboard Magazine.

Uscito a ridosso di Knife Play, questo ep sembra quasi volerne compendiare il lato più astruso, sciorinando quattro composizioni originali (strappate ad un delirio angoloso e vibrante) più una vetrosa rilettura di Ceremony dei New Order(sospesa tra gas urticanti di synth, percussioni disarticolate e la peculiare interpretazione di Stewart, titolare di una nevrastenia da grandi occasioni).
Emblematica tanto nel denunciare certe radici quanto la propensione a dissacrarle, quest’ultima traccia è il bagliore che spezza la nebbia cupa e malsana in cui è immerso il dischetto. Se l’iniziale I Am The Center Of Your World definisce la pulsazione vivisezionando una melodia agonizzante tra rantoli di piano e cascami di percussioni, Jennifer Lopezè sbocco rabbioso che non trova conforto, frankenstein sonico in cui pulsioni soul e sclerosi wave si innescano e disinnescano senza posa, rigettandosi a vicenda, imbastendo una piccola tragedia art-rock.
Con le successive Ten Thousand Times A Minute e King Heart King Heartl’atmosfera si addensa, coagulando attorno ad un’angoscia allibita: rumori indefinibili, droni sintetici e cincischii ritmici, la voce tra il sussurro e il gemito, i bordi di una realtà evanescente che sembra risvegliarsi da un torpore omicida. Sapendo che il risveglio non conosce pietà.

1 Gennaio 2003
Leggi tutto
Precedente
Autechre – Gantz Graf Autechre – Gantz Graf
Successivo
Steve Roden – Speak No More About The Leaves Steve Roden – Speak No More About The Leaves

album

artista

Altre notizie suggerite