• Apr
    01
    2009

Album

Line

Add to Flipboard Magazine.

L’evoluzione artistica di Yves de Mey è avvenuta in maniera piuttosto naturale: da ingegnere del suono a sound designer, dalle colonne sonore al teatro contemporaneo.

Una vocazione quest’ultima da cui prende forma il modulo minimalista di Lichtung, composizione originariamente commissionata all’artista per la performance di danza dei coreografi Antonie Effroy ed Anna Rudelbach, successivamente uscita in supporto digitale per la nota Line.

Trentacinque minuti di austera partitura il cui tema di fondo in statica materia dronica contribuisce a sostenere la tessitura, che sia supportata da corde di chitarra elettrica prima, o da sottili ed astratte sovrapposizioni in rumorismo dopo.

Formula soffusa ma dinamica, il cui punto d’unione tra fondale e stesura elettroacustica è lo svolgimento che non spetta ai volumi ma alla densità, mentre al puntualismo sonoro è lasciato il cambiamento.

Pur da affinare, la materia per Lichtung si combina in modo sottile traendo linfa dalle più preziose conoscenze, dal simbolismo timbrico, ai sensi di scala, alle lezioni di sporadica introduzione all’elemento di Steve Roden, passando per le superfci e l’abile impadronirsi d’ascolto di Ralph Steinbruchel.

Insomma efficaci e buone premesse.

3 Settembre 2009
Leggi tutto
Precedente
Caetano Veloso – Zii e zie Caetano Veloso – Zii e zie
Successivo
Toshiya Tsunoda – Familial Readings Toshiya Tsunoda – Familial Readings

album

artista

Altre notizie suggerite