FLOW #123 – Falò a cena

Anche questa settimana ci si è prodigati per raccogliere e pescare le migliori uscite musicali in tema di videoclip. Quindi, bando alle ciance e via con il Flow. Il rapper Salmo ha pubblicato il video di Lunedì, traccia contenuta nel suo ultimo lavoro Playlist (recensito negativamente da Luca Roncoroni), uscito lo scorso 9 novembre 2018. Il clip è stato diretto da Younuts! e vede anche la partecipazione dell’attore Alessandro Borghi (Non Essere Cattivo, Sulla Mia Pelle, Suburra e Suburra – La Serie, tra i tanti): Borghi, in una New York desolata e post-apocalittica (che ricorda tanto il film Io Sono Leggenda), vive la sua esistenza solitaria e senza uno scopo; le prime allucinazioni allo specchio lo portano ad affrontare le sue paure, impersonate da Salmo, le quali avranno la meglio portandolo al suicidio.

In un’intervista il rapper ha dichiarato come la scrittura del pezzo ricalchi una fase depressiva vissuta: «Questo è il primo brano che ho scritto per il disco, un anno e mezzo fa. Era un periodo no, mi guardavo attorno e non capivo più chi fossero i miei amici, chi mi volesse bene davvero. Mi sentivo un po’ come John Travolta nei meme, perso». Sul video aggiunge: «Abbiamo messo su una squadra di X-Men veramente forti, dalla fotografia, alla produzione, alla regia, dal migliore attore italiano che è Alessandro Borghi, con il quale volevo collaborare già da un annetto. L’idea del video mi è venuta mentre scrivevo il testo della canzone. E mi sono ispirato a film come Io Sono Leggenda, Twin Peaks, 28 Giorni Dopo e anche Fight Club».

Dinner & Diatribes è il terzo singolo – dopo Movement e Almost (Sweet Music) – estratto da Wasteland, Baby!, il secondo album del cantautore Hozier, uscito il 1 marzo 2019 su Island. Nel video diretto da Anthony Byrne, protagonisti lo stesso Hozier e l’attrice e modella Anya Taylor-Joy, al tavolo di una cena che prende una piega decisamente inaspettata…

Why do you love me? è un brano estratto da Interludi, nuovo EP di Stefano Guzzetti uscito il 22 febbraio 2019. Neo-classica e dintorni, per un musicista capace di raccogliere anche all’estero notevoli consensi con un suono che unisce il pianoforte all’elettronica. «Girato in Sardegna, il video di Why Do You Love Me? nasce dal contrasto tra il degrado di oggetti e luoghi abbandonati e la bellezza, quest’ultima rappresentata da una serie di ricordi e memorie di una relazione ormai giunta alla fine, abbandonata a se stessa, come i luoghi rappresentati nel video. La figura femminile che appare all’inizio e alla fine del video non è altro che la personificazione di una relazione, una figura guardiana di luoghi e memorie».

Nel clip di Roy’s Tune degli irlandesi Fontaines D.C. troviamo tutta la poesia dell’amarezza e frustrazione della quotidianità, tinteggiate da una fotografia cinematografica che ne intensifica le sensazioni. Questa canzone è stata scritta dal chitarrista Conor Curley ed è dedica all’Irlanda di oggi e alla sua condizione di totale dipendenza dalle grandi aziende informatiche che esercitano un potere ricattatorio nei confronti del governo; inoltre il brano vuole essere una dimostrazione tangibile delle capacità cantautoriali della band, spingendosi più in là della semplice creazione di un disco post-punk. Roy’s Turn fa parte dell’album di debutto Dogrel la cui pubblicazione è prevista per il 12 aprile 2019.

La cantautrice tunisina Emel Mathlouthi ha pubblicato il video del singolo Footsteps, diretto da Ahmed Ayed. Le immagini regalano quadri suggestivi in cui l’elemento dell’acqua è centrale e positivo, minacciato dall’immanenza del fuoco. Gli esseri umani sono descritti come portatori di disordine, ma comunque parte di una natura che tutto crea e tutto distrugge. La Mathlouthi, divenuta famosa per le sue canzoni di protesta durante la rivoluzione dei Gelsomini, è essa stessa protagonista del video.

Una casa dall’aspetto tetro avvolta nella nebbia non fa mai presagire niente di buono, un segno che però sembra non impressionare i due famigerati ladri Skinner’n Butch – interpretati dagli stessi Her’s – almeno finché non dovranno fare i conti con la più surreale e grottesca effrazione della loro vile carriera, che terminerà con un’inaspettata festa di compleanno. A caratterizzare il clip di Harvey troviamo una fotografia morbida e lievemente desaturata, che si adagia sulle note dai rimandi dream pop del brano stesso. Harvey è un estratto dal secondo album del duo di Liverpool Invitation to Her’s, uscito nella seconda metà del 2018 via Heist or Hit.

In attesa del loro secondo album, Young Enough, e dopo il debutto con Guppy (qui recensito da Riccardo Zagaglia), i Charly Bliss pubblicano il brano Chatroom. Diretta da Maegan Houang, la frontman Eva Hendricks si ritrova in una setta con un gruppo di altre donne, per mano del loro leader; in seguito a diverse disamine, la Hendricks avrà l’onore di uccidere una delle sue compagne di culto.

Knife Knights, progetto di Ishmael Butler degli Shabazz Palaces e del produttore Erik Blood, pubblicano il video di My Dreams Never Sleep, brano contenuto nell’album di debutto 1 Time Mirage, pubblicato lo scorso 14 settembre 2018 via Sub Pop. Il video, diretto da Joe Garber, mescola animazione e fotogrammi reali: uno spirito, probabilmente, rifiuta il mondo dell’aldilà (simboleggiato da un essere femminile nudo e provocante) quando vede passare una donna che probabilmente è la sua amata, rimasta nel mondo dei vivi; nel vederla triste, capirà che non può più vivere in un limbo ed abbraccerà la vita ultraterrena.

Pubblicato il 4 marzo 2019, Sanity è il singolo/videoclip che anticipa la pubblicazione dell’album di Nick Murphy Run Fast Sleep Naked. Il clip è stato diretto da Babybaby e girato nelle Isole Canarie, in un paesaggio alquanto surreale che rende Murphy spaesato.

Accompagnato da un videoclip diretto da Justin Daashuur Hopkins, Vacant Boat è uno dei singoli che How To Dress Well ha pensato per l’album The Anteroom. Il disco, pubblicato lo scorso ottobre a due anni di distanza da Care, viene descritto in sede di recensione da Edoardo Bridda come «l’opera del riscatto di Tom Krell, quella più varia, forse pure troppo. La vena dei suoi lavori migliori è ritrovata, e questo è un bene, i difetti di lungo corso rimangono».

Il rapper di Salerno Capo Plaza, con l’occasione della ristampa del suo album di debutto 20 in versione Deluxe, pubblica il video del singolo Billets, con il featuring del rapper francese Ninho. La regia è affidata a Igor Grbesic e Marc Lucas, che gettano uno sguardo da vicino alle banlieu parigine.

Jumbo’s è un brano dei Protomartyr incluso nell’album del 2012 No Passion All Technique, ma il video è stato pubblicato il 5 marzo 2019 per il lancio della ristampa del disco. Diretto da Yoonha Park, il clip mostra la band di Detroit esibirsi in un piccolo locale, col frontman Joe Casey con l’immancabile bottiglia in mano, in una dimensione legata appunto ai tempi del debutto.

Madonna Rocket è il secondo singolo anticipatore del secondo album dei newyorchesi Show Me the Body, in uscita il 29 marzo 2019 col titolo Dog Whistle. Il relativo video è caratterizzato da un costante split screen che mostra due live che la band ha tenuto rispettivamente a New York e a Los Angeles, abbracciando così idealmente tutti gli Stati Uniti. L’introduzione al video non a caso è un breve testo che fa riferimento a Corpus (la crew da cui è sorto il gruppo) e ai valori che sottende: il clip diventa così un manifesto, un richiamo all’unità, alla solidarietà, alla libertà.

Leggi tutto
Precedente
What Begin Began: intervista a K-Conjog K-Conjog - What Begin Began: intervista a K-Conjog
Successivo
Dimenticare Sean Connery. “Il nome della rosa” – Parte 1 FLOW #123 – Falò a cena - Dimenticare Sean Connery. “Il nome della rosa” – Parte 1

recensione

recensione

recensione

artista

artista

artista

artista

artista

artista

Altre notizie suggerite